[GUIDA] Regolazione assetto fari

JenaPlissken

Alfista Intermedio
29 Agosto 2021
303
158
44
Regione
Puglia
Alfa
Stelvio
Dopo vari spunti, letture e confronti sono giunto a questa conclusione:
Posizionare l'AUTO IN PIANO e ASSOLUTAMENTE PERPENDICOLARE ad un muro bianco distante 10 METRI dalle lenti.
Misurare distanza da terra delle lenti e distanza fra le lenti.
Segnare su un muro bianco distante 10m il centro dell'auto a 81 cm (altezza fari) da terra, tracciare una linea col nastro.
Calcolare l'1% come scritto sull'adesivo del faro, ovvero sottrarre 10 cm di altezza al fascio anabbaglianti quindi tracciare una linea a 71 cm da terra. Il fascio parallelo al terreno degli anabbaglianti deve coincidere con questa linea a 71 cm.
Riportare su questa linea il centro ipotetico dell'auto e segnare i punti di distanza dal centro dell'auto delle 2 lenti ovvero 142 (distanza fra le lenti) : 2 = 71 cm dal centro dell'auto proiettato sul muro.
Il centro del fascio per ogni si gola lente deve coincidere con questi 2 punti, il centro del faro proiettato sul muro è esattamente dove la linea parallela del fascio luminoso diventa obliqua.

Per regolare i fari si agisce su due viti a stella /esagonali da 6, quelle interne sono per regolare altezza faro quelle esterne sono per regolare dx/se...sono delicate
 

Allegati

  • 20220215_094144.jpg
    20220215_094144.jpg
    13.1 KB · Visualizzazioni: 4,545
  • 20220215_102851.jpg
    20220215_102851.jpg
    176.9 KB · Visualizzazioni: 5,550
  • 20220215_103704.jpg
    20220215_103704.jpg
    60.9 KB · Visualizzazioni: 1,025
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: viper307
Credo sia utile rifarsi anche alle indicazioni riportate nella discussione precedente. ;)


Trattandosi di Stelvio, dotato di fari autolivellanti, sarebbe meglio evitare di "pasticciare" sui vari registri ma verificare la funzionalità dell'intero sistema con la specifica attrezzatura in dotazione alle officine autorizzate.

Per "specifica attrezzatura" non intendo quella utilizzata per le verifiche periodiche che viene impiegata nei centri revisione.
 
Credo sia utile rifarsi anche alle indicazioni riportate nella discussione precedente. ;)


Trattandosi di Stelvio, dotato di fari autolivellanti, sarebbe meglio evitare di "pasticciare" sui vari registri ma verificare la funzionalità dell'intero sistema con la specifica attrezzatura in dotazione alle officine autorizzate.

Per "specifica attrezzatura" non intendo quella utilizzata per le verifiche periodiche che viene impiegata nei centri revisione.
Ovviamente do per scontato che siano fari perfettamente funzionanti.
Quanto meno verificare all'accensione il movimento di assestamento sui 2 assi e che non ci siano codici errori.
Ovviamente l'attrezzatura specifica che hanno i centri revisione o alcuni elettrauto sarebbe gradita, ma questo resta utile comunque.
Sono 1000 e passa € a faro evitate di pasticciarci sopra.
Anche se c'è la moda del kit led, almeno è un discorso tecnico valido...credo
 
P.S.
Se non si dispone di uno spazio di 10m si può dimezzare la distanza dal muro a 5m e dimezzare la distanza della linea abbaglianti proiettsts sul muro che da - 10 cm passerebbe a - 5 cm rispetto all'altezza dell lente di 81 cm.
 
C'è anche la funzione di calibrazione nel Mes e Witech...sarei curioso di vederla all'opera
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Dopo vari spunti, letture e confronti sono giunto a questa conclusione:
Posizionare l'AUTO IN PIANO e ASSOLUTAMENTE PERPENDICOLARE ad un muro bianco distante 10 METRI dalle lenti.
Misurare distanza da terra delle lenti e distanza fra le lenti.
Segnare su un muro bianco distante 10m il centro dell'auto a 81 cm (altezza fari) da terra, tracciare una linea col nastro.
Calcolare l'1% come scritto sull'adesivo del faro, ovvero sottrarre 10 cm di altezza al fascio anabbaglianti quindi tracciare una linea a 71 cm da terra. Il fascio parallelo al terreno degli anabbaglianti deve coincidere con questa linea a 71 cm.
Riportare su questa linea il centro ipotetico dell'auto e segnare i punti di distanza dal centro dell'auto delle 2 lenti ovvero 142 (distanza fra le lenti) : 2 = 71 cm dal centro dell'auto proiettato sul muro.
Il centro del fascio per ogni si gola lente deve coincidere con questi 2 punti, il centro del faro proiettato sul muro è esattamente dove la linea parallela del fascio luminoso diventa obliqua.

Per regolare i fari si agisce su due viti a stella /esagonali da 6, quelle interne sono per regolare altezza faro quelle esterne sono per regolare dx/se...sono delicate
Salve, mi è tutto chiaro tranne una cosa la questione del 1% di scarto scritto comunque sul faro e corrispondente a 10vm da sottrarre ….
L’ 1% di 81 cm non è 10 cm, ma è 1cm ( arrotondato).
non è che si sta confondendo i 10 coda tenere più in basso sul faro destro rispetto al sinistro?o altrimenti chiedo chiarimenti.
grazie
 
ragazzi c'è una campagna afs di alfa molto importante che mi ha risolto tutti i problemi, prima i fari dopo un avvallamento non tornavano regolari, rimanevano troppo in alto ed abbagliavo gli altri conducenti, insomma un casino............fatto l'aggiornamento ora sono perfetti , responsive ed adattivi sia nella svolta che nel saliscendi. Andate in alfa e chiedete aggiornamento
 
10 coda tenere più in basso sul faro destro rispetto al sinistro?o altrimenti chiedo chiarimenti.
Non ho capito cosa intendi... comunque i centri luminosi dei due fari devono essere alla stessa altezza.
 
Non ho capito cosa intendi... comunque i centri luminosi dei due fari devono essere alla stessa altezza.
Nel post c’è scritto: “
…..Misurare distanza da terra delle lenti e distanza fra le lenti.
Segnare su un muro bianco distante 10m il centro dell'auto a 81 cm (altezza fari) da terra, tracciare una linea col nastro.
Calcolare l'1% come scritto sull'adesivo del faro, ovvero sottrarre 10 cm di altezza al fascio anabbaglianti……”
detto questo, l’1% di 81 non è 10 cm ma 0,81, pur arrotondando a 1 cm sarebbe una correzione non effettuabile su di un muro.
Credo che i 10 cm a cui si riferisce l’autore del post siano quelli da considerare, come allineamento più in basso, per il faro sx che deve essere più basso del destro.
diversamente si dovrebbe spiegare perché devo abbassare la linea dei centri luminosi di 10 cm.
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Nel post c’è scritto: “
…..Misurare distanza da terra delle lenti e distanza fra le lenti.
Segnare su un muro bianco distante 10m il centro dell'auto a 81 cm (altezza fari) da terra, tracciare una linea col nastro.
Calcolare l'1% come scritto sull'adesivo del faro, ovvero sottrarre 10 cm di altezza al fascio anabbaglianti……”

detto questo, l’1% di 81 non è 10 cm ma 0,81, pur arrotondando a 1 cm sarebbe una correzione non effettuabile su di un muro.
Credo che i 10 cm a cui si riferisce l’autore del post siano quelli da considerare, come allineamento più in basso, per il faro sx che deve essere più basso del destro.
diversamente si dovrebbe spiegare perché devo abbassare la linea dei centri luminosi di 10 cm.

Per effettuare la regolazione devi prendere la distanza dell'auto dal muro (es. 10 metri), applicare il dato presente sul faro (es. 1%)
10X0.01= 0.1 metri.
La proiezione del tuo faro dovrà essere 10 cm al di sotto del centro del faro stesso ossia 71 cm.

Ti confermo che i centri luminosi devono essere alla stessa altezza, il deviatore (nella lampada o nel faro) di luce estenderà la luce sul lato destro.
Chiaramente questa logica è valida per auto che circolano a destra, se vai in Inghilterra dovrai coprire il baffo di luce.... ;)