L' affidabilità delle nostre Alfa

Discussione in 'Sondaggi e Statistiche' iniziata da Rimini, 13 Febbraio 2020.

  1. Buon giorno,
    Qui sotto ho incollato la stringa che titola un sondaggio nel quale è risultato che le auto Alfa Romeo sono più soggette a rotture e sono specificati i confronti tra le più blasonate e relativi costi. Che delusione, stanno così le cose?
    Affidabilità delle auto: la classifica 2019 - alVolante
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Versioni sportive delle "medie" Alfa Romeo: 147 GTA vs Giulietta QV Sondaggi e Statistiche 27 Agosto 2013
    Affidabilità e cura costruttiva delle Alfa Sondaggi e Statistiche 16 Agosto 2012
    Geografia delle Alfa Romeo Giulietta: in che regione state? Sondaggi e Statistiche 2 Febbraio 2011

  3. classifica indicativa ma sempre relativamente nel senso che bisogna vedere cosa si rompe e come viene risolto il problema... e qst è un argomento già trattato e per il quale un tedesco col motore rotto che risolve in 3-4 giorni è più sodisfatto e felice di un italiano con la maniglia rotta che non risolve se non da se
    nell'articolo si parla genericamente di impianto elettrico ma la casistica del forum da indicazioni ben precise s cosa dia problemi sulle alfa e su cosa ci sia che non funzioni a dovere
     
    A VURT, mauretto 60, kormrider e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. Magari con qualche riserva ma la realtà è questa...:(
     
  5. Non saprei dire quanto sono affidabili questi sondaggi. A prima vista direi poco. Se guardiamo i vari sondaggi su internet e a tale riguardo posto un link che indica diverse classifiche, i risultati sono spesso contraddittori. Io mi ricordavo quella classifica pubblicata da un'assicurazione inglese dove Fiat non era messa male mentre Le tedesche a parte Mercedes erano messe decisamente malino addirittura l'Audi era una delle ultime. Comunque dai vari sondaggi in linea di principio risulta che le giapponesi sono parecchio affidabili e da ex possessore di Honda Prelude non posso che essere d'accordo su questo. La Prelude è stata l'unica auto fra quelle che ho guidato che reggeva benissimo il confronto con la Giulia a livello di piacere di guida e in 180.000 km non l'ho mai portata dal meccanico se non per manutenzione ordinaria. Nelle classifiche sembra messa bene anche Jaguar. Io ho avuto una Jaguar x-type 3000 benzina e a poco più di 90000 km e circa 6 anni per problemi al motore ho dovuto letteralmente gettarla via. Non mi sentirei di dire che Jaguar è un'auto affidabile. Poi dipende anche da come sono fatte le classifiche per esempio vedo che normalmente ci si riferisce a quanti guasti hanno le autovetture. Se le valutiamo così la Jaguar che ho gettato via sarebbe migliore dell'attuale Giulia perché con la Giulia qualche giro dal concessionario per mettere a posto ( in garanzia) qualche piccolo problema l'ho fatto. La Jaguar ha avuto solo un'unica rottura ma ho dovuto buttare via la macchina. Consideriamo anche l'aspetto psicologico, escludendo la classifica redatta dall'assicurazione inglese che si basa su dati di fatto e quella fatta dal meccanico italiano (vedi link), le altre classifiche normalmente si basano su domande fatte agli utilizzatori e non è raro che un possessore di Audi o Mercedes, tanto per citare due marche, al quale venga chiesto se la sua auto funziona bene tende a rispondere di sì perché psicologicamente sa avere una tedesca che in quanto tale é (o almeno crede essere) affidabile a prescindere.

    Affidabilità automobili - a chi credere?
     
    A mauretto 60 e ziopalm piace questo messaggio.
  6. Sono del parere che per sottrarre gli "affezionati" alle grandi Marche, con cui si vuole competere, sia necessario esprimere(almeno) altrettanta qualità nei matetiali impiegati ed adeguato assemblaggio, nei motori non temiamo confronto, ma il vestito attorno al motore è la prima cosa che induce nella scelta. Posso capire, che con le prime uscite di un nuovo veicolo, ad es la Giulia, si trova dover fare migliorie, Giulia è stata creata in tempi brevi e poco tempo dedicato alle prove su strada, ma ricordando chi si è andati a sfidare, è imperante progredire giorno per giorno, nelle varie voci che fanno di una nuova auto un punto di riferimento. Non è cosa difficile osservare e migliorare, lo hanno saputo fare bene i giapponesi lo faranno i cinesi e a seguire gli indiani. Forse ai vertici Alfa è assente la volontà di offrire un prodotto veramente di sfida, che deve essere almeno alla pari di chi si va sfidando, specie nella qualità dei materiali, e rammento a me stesso che provo ammirazione nella "maniacale" attenzione che trovo negli interni delle auto sfidate. A queste sole condizioni può essere anche ritoccato al rialzo il listino prezzi, gli acquirenti dei segmenti medio-alti non sono preoccupati dal prezzo ma lo sono molto se ad in prezzo vicino a quello della concorrenza si trovano a guidare un veicolo che è impoverito o di qualità inferiore negli interni. O che spesso deve entrare in officina.
     
    A M@urizio piace questo elemento.
  7. Ve lo do io il "sondaggio"

    2.0 jtdm 170cv
    4 ammortizzatori e una frizione

    foto L' affidabilità delle nostre Alfa - 1
     
    A alfettone001, gigivicenza, mauretto 60 e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  8. Ciao kormrider, la tua foto ci dice tutto, guardando la sostanza. Ma non posso fare a meno di chiedere all'Alfa di giocare le sue carte cercando di farsi apprezzare da QUEI possibili acquirenti, e cioè secondo le esigenze di coloro che scegliendo di passare in Alfa non sentono la mancanza di quella attenzione costruttiva che in altri costruttori sanno di trovare. Guardando le vendite ci rendiamo conto che chi abbiamo sfidato è rimasto in sella + dell'Alfa. Per intaccare quelle posizioni è fondamentale offrire un prodotto alla pari /migliore nell'acuratezza e maggiore ricchezza di offerta di combinazioni negli accesori, di ogni tipo.
     
  9. L’Alfista è un amante dell’auto e la vorrebbe perfetta, per questo è deluso da ogni piccola imperfezione.
    Di recente ho fatto un viaggio nella golf di appena 2 anni di un amico, l’auto aveva secondo me dei seri problemi (ogni partenza da fermo vibrava e pattinavano le ruote con estrema facilità) ma il mio amico diceva di essere soddisfattissimo dell’auto.
     
    A kormrider e ziopalm piace questo messaggio.
  10. #9ciomauro,13 Febbraio 2020
    Ultima modifica: 13 Febbraio 2020
    Sì tutto giusto in linea teorica però non sono d 'accordo nel caso specifico. Non rilevo una qualità costruttiva inferiore di Giulia rispetto alla concorrenza per lo meno facendo il confronto con le auto che ho visto io. Rispetto alla mia precedente Volvo s60 o Jaguar x type non rilevo realizzazioni più povere a parte i sedili che in quelle due auto erano in pelle (ma sarebbe bastato scegliere i sedili in pelle anche per la Giulia). Ma se faccio il confronto con la Jaguar xf del mio socio che ha i sedili in tessuto e finta pelle (quindi come Giulia ) devo dire che quelli di Giulia sono migliori perché nella Jaguar il fatto che la pelle non sia vera è più evidente anzi direi che nella Giulia non è distinguibile dalla pelle vera come dimostrato dal fatto che il poggia testa con il marchio Alfa è in vera pelle ed è perfettamente uguale al resto della copertura. Invece il confronto con le 2 BMW 735 che ho guidato vede vincitrici queste ultime (e vorrei vedere). Però il confronto con la BMW x3 di mio fratello (modello in vendita 5 anni fa) è impietoso per BMW. La qualità degli interni percepita a vista rispetto a Giulia è assolutamente inferiore: una invasione di plastica a dir poco bruttina. Poi probabilmente sarà anche una questione di percezione personale. Inoltre la mia Giulia non ha assolutamente difetti o imprecisioni di montaggio ne interni né esterni su lamiere o altro. In definitiva quello che voglio dire è che il problema del marchio Alfa Romeo e la sua crisi non va ricercato nell' insufficiente qualità del prodotto Giulia o Stelvio o nella mancanza di un infotainment con il touch, perché pur non essendo prodotti perfetti (nessun prodotto lo è) presentano una qualità assolutamente ai vertici della categoria altrimenti non avrebbero vinto quegli innumerevoli premi in giro per il mordo che ormai mi sono stancato di postare. Il problema è che non c 'è stata una politica industriale volta al rilancio del marchio perché Alfa si è limitata a mettere sul mercato due (ottimi) prodotti e poi si è fermato tutto. E come si poteva pensare di poter competere da subito a livello di vendite con BMW Audi e Mercedes?
     
    A kiaikido, CristianZio77, zagatolino e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  11. Questa è una grande verità. È assolutamente vero che la preparazione dell l'acquirente è un elemento importantissimo. Più è competente e più è critico e nota i difetti. Ed è anche vero che mediamente chi guida una Alfa è più preparato e competente di chi guida una Mercedes (per esempio). Faccio un esempio personale nel campo degli orologi, dove sono sicuramente più esperto rispetto alle auto (non ditemi che ci vuole poco perché non sarebbe gentile) quando ho fatto revisionare il rolex di mio zio da concessionario ufficiale lui era contentissimo perché ha detto che sembrava nuovo, io invece quando ho visto come avevano satinato le anse mi è venuto da piangere anche perché l'orologio glielo avevo regalato io. Tornando ad Alfa direi che soprattutto chi ha comprato Giulia o Stelvio è un soggetto particolarmente competente perché ha scientemente scelto di acquistare un'auto sostanzialmente allo stesso prezzo di una BMW / Audi / Mercedes riconoscendone la superiorità tecnica. Un acquirente "medio" e poco competente invece avrebbe scelto una delle tedesche indicate.
     
    A Valentino T.Spark, kiaikido e Santuzzo piace questo elemento.