Mercato auto 2006/2007 [postiamo tutto qui]

er sor mauretto

Nuovo Alfista
22 Maggio 2007
28
0
1
47
RM
Regione
Lazio
Alfa
Spider (939)
Motore
2.4 JTD
Buongiorno a tutti,

mi sono appena iscritto, l'ho fatto per avvertire chiunque dovesse avere la scellerata idea - come ha avuto il sottoscritto - di acquistare una nuova Spider che è meglio lasciar stare e puntare invece su una Breara.

L'ho acquistata il 19 marzo, doveva arrivarmi per la terza settimana di aprile e ad oggi si rincorrono ancora con delle balle tra Milnao - Torino e Roma.

In sostanza la macchina sarebbe 'in viaggio' da ben 16 giorni, no dico, 16 GIORNI per fare il tragitto Torino Roma, se me l'avesse portata con gli elefanti Annibale ci avrebbe messo meno.

Addirittura mi hanno chiamato lunedi scorso dal call center per dirmi che finalmente l'auto era in consegna e che mi avrebbero richiamato venerdì per sapere se tutto era andato bene, mi richiama il venerdì e puntualmente l'auto non c'era, ha attaccato di corsa dicndomi che mi avrebbe fatto sapere ed è scomparsa.....

incommentabili, tutti, dal concessionario alla fabbrica.

Questa è l'ultima alfa romeo che ho comprato, e non ne vorrò sapere più nulla, quello che contesto non è tanto il giorno della consegna - se mi dicevano subito che ci sarebbero voluti tot mesi avrei fatto i miei calcoli e avrei deciso - quello che contesto è il rincorrersi di 'promesse' puntualmente non mantenute (e nemmeno richieste, vedi tel call center alfa) che non servono a nulla se non a farti infastidire...

io vi ho avvertito

saluti
 

Arcy79

Alfista principiante
30 Marzo 2006
671
0
16
43
Na
Regione
Campania
Alfa
147
Motore
150cv Mjet
innanzitutto benvenuto.........non credo tuttavia che questa sia la sezione giusta, magari prova a presentarti e poi esponi il problema.
Cmq mi fà rabbia sentire che succedono queste cose ed hai la mia piena solidarietà
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
MERCATO ITALIANO – marzo 2007

Queste le consegne effettuate suddivise per segmento:

CITYCAR ( A ) = La performance fatta registrare in questo segmento dalla Fiat Panda, ha dell’incredibile! Con 21.041 consegne ed il 46,6% del segmento, l’italiana vende la bellezza di 7 volte di piu’ della seconda classificata, la Fiat 600 che si ferma a quota 3.098. Terza ad un soffio e’ la Citroen C1, con 2.922. Il dato pare evidenziare che la clientela persa dalla 600, invece che favorire la concorrenza straniera, si riversi sulla cugina Panda.

BERLINE PICCOLE ( B ) = Viaggia sempre a vele spiegate la Grande Punto, prima con 19.464 vetture consegnate ed una quota del 22,1%. Questo mese e’ inseguita, si fa per dire, dalla Ford Fiesta a quota 11.469 ed il 13% netto. Sul gradino piu’ basso del podio si piazza la Toyota Yaris con 7.681 consegne. Le altre due italiane deludono un po’: la Lancia Ypsilon e’ quinta dietro la Opel Corsa, e la vecchia Punto sesta. Insieme totalizzano il 15,2% del segmento, comunque dignitoso.

BERLINE COMPATTE ( C ) = La Volkswagen Golf questo mese schianta la nostra 147: la differenza tra le due macchine e’ nettissima: 5.862 per la tedesca, e 3.615 per l’italiana. La terza classificata e’ la Opel Astra, ancor piu’ staccata a quota 2.296 consegne. Poi la Ford Focus ed il primo piazzamento di livello della nuova Fiat Bravo, quinta con 2.112 consegne. Continua il flop della giapponese Honda Civic che piazza solo 526 vetture con appena il 2,0% del mercato.

BERLINE MEDIE ( D ) = La 159 segna un ottimo risultato questo mese, prima netta con 1.882 consegne ed una quota del 31,5%. La BMW Serie 3 e’ seconda con 1.148 consegne, e sconta per una certa parte la preferenza accordata alla sua versione coupe’. Ha pur sempre un buon 19,2% del segmento di appartenenza. Terza la VW Passat abbondantemente sotto le 1000 unita’: appena 607 le vetture consegnate.

BERLINE SUPERIORI ( E ) = Questo mese, delle cinque auto inserite nella classifica, non figura nessuna italiana: Mercedes Classe E al comando, poi BMW Serie 5 e Audi A6.
GRANDI BERLINE ( F ) = Segmento nel quale non siamo presenti con nessun modello e che viene dominato dalle tedesche Mercedes CLS, S, Audi A8 e BMW Serie 7.

STATION WAGON – capienza del bagagliaio fino a 1600 dm3 = Ford Focus SW immancabilmente prima che sfiora le 3000 consegne ed ha una quota del 18,9% del segmento. Segue un altro best seller, l’Opel Astra SW con 2.379 e quota del 15% netto, e poi la 159 Sportwagon, che ritorna finalmente davanti a tutte le concorrenti del segmento premium, e nemmeno di poco: per lei 1.970 consegne con una quota del 12,5%, ben 472 unita’ consegnate piu’ della BMW Serie 3 Touring che la segue a ruota. Quarta l’Audi A4 Avant, e la Fiat Stilo Multiwagon e’ questo mese ottava con una quota del 5,6% abbondantemente sotto le 1000 unita’ vendute.

STATION WAGON – capienza del bagagliaio oltre 1600 dm3 = La VW Passant Variant torna a strappare il comando alla Fiat Croma: per la tedesca 2.107 consegne e quota del 27% netto, mentre per l’italiana siamo a 1.965 vetture ed il 25,2%. L’Audi A6 Avant completa il podio con 688 unita’ consegnate.

SPORTIVE = La BMW serie 3 Coupe’ ritorna prepotentemente in testa a questa classifica di nicchia, piazzando quasi il doppio delle vetture della seconda classificata, l’Alfa GT: 651 consegne per la tedesca e 367 per quella del Biscione. Terza l’Audi TT che precede l’Alfa Brera, che pare ormai aver esaurito i vasti consensi iniziali attestandosi all’ 8,1% del segmento.

SPIDER E CABRIOLET = Questo mese la consolidata leadership della Citroen C3 Pluriel cede il passo alla nuova Peugeot 207 cc. La francese del leone stacca 475 consegne contro le 440 della cugina alleata. Al terzo posto la Volkswagen Eos, a quota 221, e quarta la nuova BME Serie 3 cabriolet, che con 217 consegne non ci ha messo un minuto ad entrare subito nella classifica di questo segmento esclusivo. L’Alfa Romeo Spider e’ subito dietro con 175 consegne, e fa la sua presenza in classifica per il secondo mese consecutivo.

SUV E FUORISTRADA = La Toyota Rav si conferma prima, con 2.027 consegne ed una quota del 10,3% del segmento. Segue la Fiat 16 con 1.800 unita’ ed il 9,1%. Terza la BMW X3 con 1400 consegne, che chiude il podio di un terzetto che ormai e’ lì davanti da qualche mese. Nel settore premium di questo segmento, e’ molto interessante seguire la battaglia che si danno le tedesche. Tutte hanno modelli nuovi o comunque molto recenti: Audi con il Q7, BMW con la nuova X5 e Mercedes con la classe M. La BMW, con un probabile mix tra vecchio e nuovo modello, entra in classifica tra le due rivali a quota 615 vendite. La Mercedes e’ poco piu’ sopra con 626, e l’Audi si posiziona terza con 541.

MULTISPAZIO COMPATTE = Questo mese torna prima la raffinata Lancia Musa, con 4.577 consegne. Un dato fuori dal comune in questo competitivo segmento dove i distacchi sono minimi. Ma questo mese no, perche’ c’e’ un vero e proprio abisso tra la lancia e la Opel Meriva: addirittura 1387 esemplari! 12,4% la quota del segmento dell’italiana, contro l’ 8,6 della tedesca. La Mercedes Classe A e’ terza ( 2.520 – 6,8% ) e precede di un niente l’altra italiana Fiat Idea ( 2.514 – 6,8% ex equo ). Settima la Fiat Multipla ( 2.329 – 6,3% ) e quattordicesimo il Fiat Doblo’ ( 1.148 – 3,1% ).

MULTISPAZIO GRANDI = Il Ford S-Max, primo con 1.282 esemplari consegnati, e’ l’unico a superare la soglie delle 1000 unita’. Tutti gli altri sono sotto: secondo il Citroen C4 Picasso ( 886 ), terza la Mazda 5 ( 551 ). Le macchine italiane, Fiat Ulysse e Lancia Phedra, sono sesta e settima sotto le 200 consegne.

MERCATO EUROPEO – marzo 2007

Questa la classifica in percentuale per gruppo automobilistico ( davanti il totale di gruppo ):

VOLKSWAGEN 18,8 ( Vw 9,6 / Audi 4,1 / Seat 2,4 / Skoda 2,7 )
PSA 12,6 ( Peugeot 7,0 / Citroen 5,6 )
FORD 11,9 ( Ford 9,2 / Volvo 1,7 / Land Rover 0,7 / Jaguar 0,4 )
GENERAL MOTORS 11,1 ( Opel 9,2 / Chevrolet 1,3 / Saab 0,6 )
RENAULT/NISSAN 9,8 ( Renault 7,2 / Nissan 1,8 / Dacia 0,8 )
FIAT 7,5 ( Fiat 5,8 / Alfa Romeo 0,9 / Lancia 0,8 )
TOYOTA 6,0 ( Toyota 5,7 / Lexus 0,3 )
DAIMLERCHRYSLER 5,4 ( Mercedes 4,5 / Smart 0,3 / Chrysler 0,7 )
BMW 4,9 ( Bmw 4,1 / Mini 0,8 )
HONDA 2,3
MAZDA 1,8
HYUNDAI 1,8
SUZUKI 1,7
KIA 1,6
MITSUBISHI 1,0
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
MERCATO AUTO: EUROPA IN CALO MA LA FIAT CRESCE ANCORA

Il mercato dell'auto va giù, ma la Fiat è ancora in controtendenza. A maggio le immatricolazioni nel vecchio continente hanno accusato un calo dell'1,6%, mentre le vendite del Lingotto hanno registrato un aumento del 5,7% portando la quota di mercato all'8,3% dal 7,7% dello stesso mese dell'anno scorso. Risultati che consolidano la quinta posizione di Fiat Automobiles tra i maggiori costruttori europei, alle spalle di Volkswagen, Peugeot-Citroen, Ford e General Motors.

Tra i principali mercati continentali, solo l'Italia ha registrato un incremento delle immatricolazioni che, sempre a maggio, hanno segnato una crescita del 7,3%. In flessione le consegne, invece, per Germania (-11,1%), Francia (-2,8%), Regno Unito (-2,2%) e Spagna (-0,2%).

Tra i costruttori, il gruppo Fiat ha registrato consegne in aumento del 5,7%, immatricolando 118.950 vetture nuove, rispetto alle 112.536 di un anno fa. Da gennaio a maggio, il gruppo ha registrato 576.556 Autovetture, in progresso del 6,7% rispetto alle 540.563 Dello stesso periodo del 2006. La quota di mercato del lingotto nell'ue a 15 più i paesi efta sale all'8,5%, rispetto alla precedente pari al 7,9%, mentre nell'Ue a 25 più i paesi efta sale appunto all'8,3%, rispetto alla precedente pari al 7,7%.

Dal sito di Repubblica
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
QUOTE DI MERCATO EUROPEO GENNAIO-MAGGIO 2007


Dal Sole24ore, questa e' la situazione delle maggiori case automobilistiche nel mercato europeo nei primi 5 mesi dell'anno:


GRUPPO VOLKSWAGEN 19,4%

GRUPPO PSA 13,2%

FORD 10,9%

GENERAL MOTORS 10,2%

RENAULT
8,6%

GRUPPO FIAT
8,3%

TOYOTA
6,1%

DAIMLERCHRYSLER 5,5%

BMW 4,9%

ALTRI 13,1%


Nello stesso periodo dello scorso anno, e' utile considerare che la Fiat e' tra le case che hanno fatto registrare il maggior incremento, con un +5,7%, seconda solo alla Honda che va in doppia cifra con una crescita del 12%. la Fiat aveva nel periodo gennaio-maggio 2006 il 7,7% della quota di mercato. Anche BMW ( +5,6% ), Suzuki ( +4,3% ) e PSA Peugeot Citroen ( +2,8% ) salgono, mentre chi se la passa male sono in questo momento Nissan, che crolla con un -16,8%, Hyundai ( -9,9% ), GM ( -8,9% ), Renault ( -8,4% ) e Mitsubishi ( - 4,4% ).
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
MERCATO ITALIANO – aprile 2007

Queste le consegne effettuate suddivise per segmento: il marchio Alfa Romeo ha subito pesanti ripercussioni sulle consegne in quanto lo stabilimento di Pomigliano D'Arco, dove sono state prodotte tutte le Alfa ad accezione della sola 166, e' stato bloccato per 15 giorni.

CITYCAR ( A ) = Impressionante come la sola Fiat Panda detenga ben il 41,8% del segmento. 14.439 le vetture consegnate, un abisso rispetto alla seconda classificata, per qusto mese ancora la sorella minore 600, con 3.411 consegne ed una quota del 9,9%. A completare il podio troviamo la Citroen C1 con 2.551 vetture consegnate, davanti alla Toyota Aygo con 2.203.

BERLINE PICCOLE ( B ) = La regina incontrastata di questo segmento e' sempre la Fiat Grande Punto, che con 14.631 consegne strappa una quota del 20,3% del segmento. La Ford Fiesta si piazza alle sue spalle con 8.947 consegne ma il podio vede l'altra italiana Lancia Ypsilon piazzarsi terza con 5.693 unita. Purtroppo perde preferenze la classica Punto, questo mese solo sesta alle spalle di Toyota Yaris ed Opel Corsa. A seguire Renault Clio e Peugeot 207.

BERLINE COMPATTE ( C ) = Era difficile pensare che potesse essere una sorpresa, ma il fatto che sia avvenuto rimane pur sempre un evento eccezionale: la nuova Fiat Bravo e' la regina del segmento da sempre dominata dalla Volksvagen Golf! Un risultato clamoroso anche nei numeri, perche' con 5.224 consegne fa registrare il 21,9% della quota del segmentocone la concorrente tedesca che viene staccata di un margine schiacciante: 3.770 unita' consegnate ed il 15,8%. Terza questo mese e' l'Opel Astra con 2.174 consegne ed il 9,1% di quota, e quarta l'Alfa 147 ( 2.135 - 9,0% ). Quinta la Ford Focus, sesta l'Audi A3 e settima la BMW Serie 1. Continua, inesorabile, il flop di vendite della Honda Civic, peraltro costosa, che con 448 unita' consegnate si attesta ad un misero 1,9% di quota del segmento. Ed anche la nuova Volvo C30, molto innovativa, per ora non sfonda.... e' dietro subito dietro alla concorrente giapponese. Scompare completamente dalla classifica la Fiat Stilo.

BERLINE MEDIE ( D ) = In questo segmento si conferma l'Alfa 159, che con 1.107 unita' consegnate si aggiudica un rilevante 23,2% del segmento. Segue sempre la rivale tedesca BMW Serie 3 ( 963 - 20.2% ) e terza e' la nuova Classe C della Mercedes che stacca 697 consegne ( alle quali, aggiungendo le 182 consegne del modello i8n pensionamento, fanno un totale del 18,4% di quota ). Sotto il podio ci sono VW Passat, Audi A4, Peugeot 407, Toyota Prius e Saab 9-3.

BERLINE SUPERIORI ( E ) = Prima la BMW Serie 5 con 631 unita' consegnate, seconda la Mercedes Classe E con 530, e terza l'Audi A6 con 200. Fuori dalla classifica questo mese e' la Lancia Thesis, ma troviamo la 166, quinta con 124 consegne, che precede all'ultimo posto la Volvo S80.

GRANDI BERLINE ( F ) = Questo mese la clientela predilige una grande ammiraglia dal piglio un po' piu' sportivo, e quindi prima troviamo la CLS della Mercedes. ma le concorrenti in questo settore dai ridottissimi numeri sono tutte straniere: Mercedes Classe S, Audi A8 e BMW Serie 7 completano il quadro. La prima consegna 188 unita', l'ultima 31.

STATION WAGON – capienza del bagagliaio fino a 1600 dm3 = La Ford Focus Sw non ha rivali..... questo mese straccia tutte le concorrent: da sola detiene quasi il doppio della quota di mercato ( 21,6% ) della seconda classificata, consegnando 3.022 auto. seconda e' lOpel Astra Sw ( 1.629 - 11,6% ) e terza l'Audi A4 Avant ( 1.467 - 10,5% ). La BMW Serie 5 Touring, quarta, si piazza davanti all'Alfa Romeo 159 Sportwagon ( che consegna 1000 vetture tonde tonde con una quota del 7,1% ). La Fiat Stilo Multiwagon questo mese e' decima con 443 consegne. Si segnala anche, u7na posizione piu' anlto, la Dacia Logan MCv che piazza 454 auto.

STATION WAGON – capienza del bagagliaio oltre 1600 dm3 = La Fiat Croma si conferma prima in maniera netta: 2.146 consegne a fronte di una quota del 32,0% del segmento. Seconda e' sempre la Volkswagen Passat con 1.635 consegne ed il 24,4%. Poi, come ogni mese si ripete, l'abisso........la terza e' solo a 608 consegne ( BMW Serie 5 ), la quarta a 528 ( audi A6 ) e cosi' via.

SPORTIVE = La BMW Serie 3 Coupe' continua a vendere ad alti ritmi: prima con 683 consegne ed una quota del 36,3%. Seguita dall'Audi TT con 273 consegne e terza e' l'Alfa Gt con 259. Si vede per la prima volta l'Opel astra GTC ( 223 ) ed infine la mercedes CLK ( 177 ). Il dato di vendita dell'Alfa Brera questo mese non compare in classifica.

SPIDER E CABRIOLET = Questo mese la peugeot 207 cc strappa la testa della classifica ( con 489 consegne ed una quota del 18,3% ) alla Citroen C3 Pluriel ( 278 - 10,4% ). Terza la Mini Cabrio a quota 220 consegne. La nostra Alfa Spider e' penultima in classifica davanti alla operl Tigra Twin Top con appena 88 esemplari consegnati e dietro alle altre del segmento Premium BME Serie 3, mercedes SLK e Volvo C70. Solo l'audi A4 cabrio fa di peggio non essenedo presente in classifica.

SUV E FUORISTRADA = La Toyota Rav 4 sembra farcela agevolmente a tenere le preferenze degli italiani in questo settore: prima con 1.756 consegne ed una quota del 11,2%. La Fiat 16 e' stabilmente seconda ma molto attardata, con 1.199 consegne ed una quota del 7,6%. Piuttosto poco per la macchina nazionale del segmento....... la BMW X3 infatti, che costa molto di piu', la segue da vicino con 1.112 consegne ed una quota del 7,1%. Si conferma la Daihatsu Terios, quarta con 934 consegne, mentre nel segmento Premium Mercedes Classe M e nuova BMW X5 sembrano strappare lo scettro di preferite alla gigantesca Audi Q7: le prime due infatti sono rispettivamente settima ed ottava della classifica, mentre l'Audi e' quattordicesima.

MULTISPAZIO COMPATTE = La Lancia Musa e' prima con 2.855 consegne ed una quota del 10,7%. La Mercedes Classe A, seconda con 2.102 consegne, fa da spartiacque tra le due italiane, perche' la Fiat idea e' infatti terza a 1.922 consegne. Ma le soddisfazioni non sono finite, perche' quinta e' anche la Fiat Multipla con 1.845 vetture consegnate. Quattordicesimo, infine, il Fiat Doblo' che porta a casa 857 consegne.

MULTISPAZIO GRANDI = Il Citroen C4 Picasso e' primo con 943 consegne ed una quota del 25,2% del segmento, seguito dalla Ford S-Max ( 779 - 20,9% ) e dalla sempre attuale Chrysler Voyager ( 316 - 8,5% ) pur se molto staccata dalle prime due. Le macchine italiane questo mese si trovano settima ( Fiat Ulysse ) e nona ( Lancia Phedra )che totalizzano insieme 365 consegne ed uina quota del 9,8% del segmento.
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
PRODUTTORI USA: UN GIUGNO DA CANI

I produttori statunitensi stanno attraversando un momento molto difficile nel loro mercato interno che dura ormai da anni, ma il mese di giugno appena passato certamente verra' riocordato tra i passaggi piu' neri degli ultimi 10 anni: la General Motors ha diminuito le vendite dell'incredibile quota del 21,7% rispetto allo stesso mese di un anno fa, erodendo la propria quota di mercato di un punto secco percentuale, scesa attualmente al 21,7% ( non e' un errore, le cifre sono proprio le stesse ). Anche la Ford ha perso una rilevante quota di vendite rispetto al giugno del 2006, registrando un consistente - 8,1%, mentre Chrysler ha retto con un - 1,4%. La discesa delle marche americane nel loro mercato e' inarrestabile: la quota complessiva di mercato dei prodotti a stelle e strisce e' ormai del 50,2%, il minimo storico, e si attende nei prossimi mesi che le marche asiatiche passino in testa dopo anni di rincorsa. Nel primo semestre dell'anno sono stati venduti negli Stati Uniti 8,2 milioni di veicoli ( compresi SUV, Pick Up e compagnia bella ), cioe' 128.000 unita' in meno rispetto al primo semestre del 2006, con una flessione dell' 1,5%. Ma nel secondo semestre le prospettive sono peggiori, perche' si attenedono complessivamente 600.000 pezzi in meno. Paul Bellow, un esperto di vendite della General Motors, ha dichiarato: " GM ha fatto notevoli sforzi per sostenere le vendite, ma siamo sorpresi dagli sconti e dagli incentivi decisi dai costruttori asiatici. Il contesto nel quale ci muoviamo favorisce i costruttori di automobili rispetto a quelli di furgoncini e pick up. Siamo molto forti nel truck, ma la tendenza e' il ritorno alle automobili. " E questo per il caro benzina che ormai attanaglia anche gli Stati Uniti. Ma al peggio non c'e' mai fine, a sentire le parole di Kevin Tynan, un analista della Argus Research di New York: " Le importazioni si andranno sempre piu' rafforzando, per l'industria USA le difficolta' sono appena iniziate. " Nel mese di giugno, i produttori asiatici hanno raggiunto il 42,3% del mercato, con la Toyota ( divantata ufficialmente primo produttore al mondo da qualche mese, sorpassando la General Motors ) che con il suo +10,2% rispetto ad un anno fa, ha sorpassato la Ford portandosi al secondo posto del mercato USA con una quota del 16,9% del mercato. Inoltre, strategie commeciali aggressive hanno fatto crescere molto anche la Honda ( +11,5% ) e Nissan, con un clamoroso + 22,7%.
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
VENDITE FIAT AL TOP IN EUROPA


Aumentano le immatricolazioni di auto in Europa, trainate soprattutto dai paesi nuovi membri dell'Unione Europea. Secondo i dati dell'Acea, nel mese di giugno sono state immatricolate 1.543.770 auto nuove in Europa (25 paesi Ue più quelli Efta), segnando un progresso dello 0,7% rispetto alle 1.532.790 unità dello stesso mese di un anno fa. A maggio il mercato europeo era sceso dell'1,6% registrando 1.442.518 unità.

I dati dell'Acea dimostrano che l'aumento delle immatricolazioni è trainato soprattutto dai mercati dei nuovi paesi membri della Ue (+19.360 unità, +21,1%) che compensano il rallentamento registrato nell'Europa occidentale (-8.380 unità, -0,6%): Romania, Repubbliche Baltiche e Polonia sono i paesi decisamente più vivaci, con aumenti rispettivamente del 56,1%, 33,7% e 23%. Anche i dati relativi ai primi sei mesi del 2007 confermano che il declino generale delle vendite nell'Unione Europea (-0,2%) è stato moderato dall'importante incremento nei nuovi stati membri (+14,8%).

Nel panorama dell'Europa occidentale, l'Italia resta un mercato vivace: il progresso è dell'8%, per un totale di 226.057 unità vendute a giugno rispetto alle 209.262 di un anno fa; nel semestre 1.416.273 unità, in progresso del 6,5% rispetto a 1.329.516 dello stesso periodo del 2006. In aumento anche la Gran Bretagna (+1,5%), mentre risultano in calo la Germania (con un -7%), la Francia (-3,2%) e la Spagna (-1,8%).
L'Italia spicca anche tra i produttori: il gruppo Fiat vede la sua quota salire dal 7,6
del primo semestre 2006 all'8,2 della prima metà del 2007 con un aumento delle immatricolazioni del 7,2%. In crescita anche Alfa e Lancia, ma quest'ultimo marchio resta radicato alle dimensioni nazionali e nonostante forti progressi in Fancia i numeri restano esigui mentre in paesi come la Germania si evidenziano cali che portano Lancia vendere meno di 190 vetture. Bene invece la Punto che si afferma in tutti i mercati. Da segnalare anche l'incremento del 5% del gruppo Toyota e quello del 17,3% di Honda. In calo invece Ford, in crescita Gm mentre Vw è pressoché stabile.
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
Trimestre in accelerazione per Fiat. Crescono utili e fatturato

Il gruppo Fiat ha chiuso il secondo trimestre con utile netto consolidato pari a 627 milioni (+90%), si tratta di un livello nettamente superiore al consensus degli analisti posto in area 500 milioni di euro. Anche il fisultato operativo 946 milioni (+44%) é migliore del consensus. L'Eps sale a 0,472 da 0,210 euro.

LE AUTO

Fiat Group Automobiles ha realizzato nel secondo trimestre 2007 ricavi per 6,8 miliardi di euro, con un incremento del 12,1% rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso. Le consegne complessive di Fiat Group Automobiles sono state pari a 578.700 unità, in crescita del 12,2% rispetto al secondo trimestre del 2006. Fiat Group Automobiles ha inoltre riportato un risultato della gestione ordinaria di 193 milioni di euro, più che doppio rispetto a quello del secondo trimestre 2006.

«La crescita è da attribuirsi principalmente ai maggiori volumi, al mix prodotto più favorevole dovuto all'introduzione dei nuovi modelli, al miglior assorbimento dei costi fissi di produzione, al netto di maggiori costi di marketing per il lancio dei nuovi modelli e di maggiori spese per lo sviluppo della rete di vendita». In Europa Occidentale sono state consegnate circa 360.600 vetture, con un aumento del 3,8%. Le consegne hanno mantenuto livelli di crescita elevati in quasi tutti i Paesi: Spagna, Francia, Gran Bretagna, Italia. Unica eccezione la Germania. Sempre rispetto al secondo trimestre del 2006, in Brasile i volumi sono aumentati del 35,6% e in Polonia del 37,1%. Per quanto riguarda i soli veicoli commerciali, le consegne sono state circa 102.000, con un incremento del 16,3%. Nel semestre, Fiat Group Automobiles ha conseguito un fatturato di 13,1 miliari di euro, in crescita dell'11,2%. Le consegne complessive effettuate da Fiat Group Automobiles nel periodo sono state di 1.119.850 unità (+11,9%). Circa 716.200 di queste sono avvenute in Europa Occidentale. La quota di Fiat Group Automobiles in Italia è stata del 31,7%, contro il 30,6% del primo semestre 2006. In Europa la quota si è attestata all'8,4% (+0,6 punti percentuali). Il risultato della gestione ordinaria realizzato da Fiat Group Automobiles è stato di 385 milioni di euro, in aumento di 240 milioni di euro rispetto al primo semestre del 2006 grazie principalmente ai maggiori volumi e alle efficienze sui costi.

LE CONSEGNE DI FIAT GROUP

I veicoli commerciali consegnati complessivamente nel semestre sono stati 196.200 con un incremento del 21,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In Europa Occidentale, dove la domanda è cresciuta del 5%, le consegne hanno raggiunto le 125.400 unità e l'aumento è stato del 15,3%. Nel secondo semestre le consegne di Fiat Group sono aumentate in totale del 12,2% annuo a 578.700 unità, con una penetrazione nell'Europa Occidentale migliorata (del 3,8%) a livello pressochè generale (unica eccezione la Germania) grazie al successo dei modelli Punto, Panda, Bravo e dei veicoli commerciali Ducato e Scudo. Da rilevare che, nello stesso periodo, il mercato europeo ha accusato una flessione dell'1,4%. Rilevante, in termini di percentuale, il successo ottenuto dalla casa torinese su mercati con enorme potenziale quali il Brasile (+35,6%) o la Polonia (+37,1%). In questo contesto il gruppo ha consolidato le proprie quote di mercato al 31,5% in Italia (+0,9 punti percentuali) e all'8,2% in Europa Occidentale (+0,6 punti). Fiat ha resto noto che, dopo il lancio della nuova vettura simbolo, la nuova 500, avvenuto il 4 luglio scorso, «gran parte della produzione pianificata per il 2007 è stata venduta» e quindi «sta esaminando le modalità per aumentare la produzione nel breve termine». Per quanto riguarda Iveco, veicoli industriali, nel secondo trimestre 2007 ha realizzato ricavi per 2,9 miliardi di euro (+25,2%), sulla scorta del più alto numero della storia del gruppo di veicoli consegnati (+19,1% a 56.600 unità). L'utile della gestione ordinaria di Iveco è migliorato del 7,8% a 224 milioni.

CNH, CASE NEW HOLLAND ED IVECO

Cnh, Case New Holland ed Iveco si confermano con l'Auto i settori trainanti dei risultati positivi conseguiti da Fiat in questi primi sei mesi dell'anno. I ricavi di Cnh nel secondo trimestre sono stati di 3,3 miliardi di euro ed il periodo si è chiuso con un utile della gestione ordinaria pari a 348 milioni di euro, in miglioramento di 75 milioni di euro rispetto al risultato positivo di 273 milioni di euro del secondo trimestre 2006. Per la prima volta dalla fusione di Case e New Holland, avvenuta nel 1999, Cnh ha conseguito un margine a doppia cifra. Nei primi sei mesi dell'anno Cnh ha conseguito ricavi per 5.960 milioni di euro ed ha chiuso con un risultato della gestione ordinaria pari a 537 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, i veicoli industriali, Iveco ha conseguito nel secondo trimestre dell'anno ricavi per 2,9 miliardi di euro (+25,2%) ed ha consegnato complessivamente 56.600 veicoli, toccando il più alto livello della sua storia, realizzando una crescita del 19,1% rispetto allo stesso periodo del 2006. L'utile della gestione ordinaria è stato di 224 milioni di euro (pari al 7,8% dei ricavi) in netto miglioramento (+61 mln) rispetto al risultato del secondo trimestre 2006. Nella prima metà dell'anno Iveco ha realizzato ricavi pari a 5,3 miliardi di euro, con una crescita del 22,7% rispetto allo stesso periodo del 2006. Il risultato della gestione ordinaria, positivo per 374 milioni di euro e pari al 7% del fatturato, ha evidenziato un miglioramento di 141 milioni di euro (+60,5%) rispetto ai primi sei mesi 2006.

FERRARI

Ferrari ha realizzato, nel secondo trimestre 2007, un fatturato di 423 milioni di euro. La crescita dell'8,7% rispetto allo stesso periodo del 2006 è stata determinata dalle vendite delle versioni Coupè, Spider e Challenge del modello F430, nonchè dal successo del modello 599 GTB Fiorano. Nel periodo sono state consegnate 1.740 vetture ai clienti finali (+9%) e 1.651 alla rete di vendita (+11,3%). Ferrari ha chiuso il secondo trimestre 2007 con un utile della gestione ordinaria di 70 milioni di euro, in miglioramento del 32% rispetto al secondo trimestre 2006. «Il positivo andamento - precisa la Fiat - è da collegare prevalentemente all'aumento dei volumi di vendita e alle azioni di efficienza sui costi». I ricavi realizzati dalla Ferrari nel primo semestre 2007 sono stati pari 804 milioni di euro, in crescita del 13,9% rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso. Le vendite ai clienti sono state, nel periodo, 3.364 unità (+14%) e le consegne ai concessionari 3.247 unità (+18%). Il risultato della gestione ordinaria conseguito da Ferrari è stato positivo per 101 milioni di euro, in miglioramento del 57,8% sui primi sei mesi del 2006.

MASERATI

Maserati ha realizzato nel secondo trimestre del 2007 ricavi pari a 177 milioni di euro, con un incremento del 19,6% rispetto allo stesso periodo del 2006. «Il miglioramento - sottolinea la Fiat - è da attribuire, principalmente, all'eccellente andamento della nuova versione automatica del modello Quattroporte, che sta riscuotendo successo su tutti i mercati». Le consegne sono state pari a 1.863 unità, il 9% in più rispetto al secondo trimestre 2006. Nel secondo trimestre di quest'anno Maserati ha conseguito per la prima volta dal 1993, anno dell'acquisizione da parte del Gruppo Fiat, un risultato della gestione ordinaria positivo (1 milione di euro). «L'inversione di tendenza rispetto alla perdita di 7 milioni di euro dell'analogo periodo 2006 - commenta il Lingotto - si deve all'incremento dei volumi e alle importanti azioni di contenimento costi intraprese negli ultimi 12 mesi». Nel primo semestre Maserati ha conseguito ricavi per 344 milioni di euro, con una crescita del 27,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le consegne alla rete di vendita (3.704 unità) sono aumentate del 22%. In crescita significativa il modello Quattroporte che, in un mercato delle berline di lusso in flessione del 17%, ha fatto registrare un aumento delle consegne del 65%. A fine semestre il portafoglio ordini era di 1.979 unità di cui 1.442 relative al modello Granturismo, la cui commercializzazione è prevista iniziare a fine luglio. Nel primo semestre Maserati ha conseguito un risultato della gestione ordinaria in sostanziale pareggio. Netto il miglioramento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, che aveva fatto registrare un perdita 26 milioni di euro.

POWER TRAIN

La divisione componenti e sistemi di produzione, Fpt Powertrain Technologies, nel secondo trimestre ha conseguito ricavi per oltre 1,8 miliardi (+15,8%). La maggior parte dell'offerta ha coperto le esigenze del gruppo stesso, mentre le vendite verso terzi hanno costituito il 24% del fatturato totale (25% nel secondo trimestre del 2006). Il risultato della gestione ordinaria di Fpt nel secondo trimestre 2007 è migliorato del 48% a 77 milioni. Nel secondo trimestre Magneti Marelli ha realizzato ricavi per 1,27 miliardi (+11,2%) e un utile della gestione ordinaria pari a 56 milioni (+12%). Tra le altre attività di Fiat Group c'è quelle che fanno capo a Itedi, che nel secondo trimestre ha denunciato un calo del fatturato del 2,8% a 105 milioni. Dietro questa flessione, secondo la nota, c'è soprattutto i minori ricavi derivanti dalla raccolta pubblicitaria di Publikompass. Il risultato della gestione ordinaria di Itedi è tuttavia migliorato del 20% a 6 milioni, grazie principalmente al contributo dell'Editrice La Stampa e ai risultati ottenuti ottenuto nel contenimento dei costi e nelle
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
MERCATO ITALIANO – maggio 2007

Queste le consegne effettuate suddivise per segmento:

CITYCAR ( A ) = Sempre impressionanti i dati di vendita della Fiat Panda, che con 17.617 unita' si appropria del 40,2% del segmento. A scalzare il secondo posto della solita sorellina 600, questo mese c'e' la nuova Smart Fortwo con 3.670 consegne ed una quota dell' 8,4%, e poi appunto la Fiat 600 a quota 3.473 unita' ed il 7,9% del mercato di appartenenza. Si segnala una nuova entrata molto agguerrita per l'immediato futuro, la Renault nuova Twingo con 473 unita' consegnate e quota dell' 1,1%.

BERLINE PICCOLE ( B ) =
La regina incontrastata di questo segmento e' ancora la Fiat Grande Punto, che con 16.335 consegne ed una quota del 20,5% del segmento non ha rivali. La Ford Fiesta si conferma dietro di lei con 9.519 unita' consegnate e quota del 12% netto, e terza sul podio questo mese torna la Opel Corsa con 8.889 consegne e l' 8,7% del segmento. Peccato per la Lancia Ypsilon, staccata di un soffio ( appena 75 le unita' in meno rispetto alla Corsa ) che si piazza quarta, mentre l'altra Punto continua a retrocedere in classifica, sesta con 5.301 consegne dietro alla Toyota Yaris.

BERLINE COMPATTE ( C ) = Per il secondo mese consecutivo la nuova Fiat Bravo strappa lo scettro di regina del segmento alla Volkswagen Golf: l'italiana e' prima con 5.492 consegne ed una quota percentuale del 19,7%, mentre la rivale tedesca segna 4.653 unita' consegnate ed il 16,7%. L'Alfa 147 e' terza, molto staccata, con 2.999 consegne ed una quota di mercato del 10,8%. Quarta troviamo l'Opel Astra ( 2.565 - 9,2% ), quinta la Ford Focus ( 1.879 - 6,8% ) e sesta l'Audi A3 ( 1.666 - 6% ). La BMW Serie 1 ( settima dietro l'Audi ) continua sistematicamente a perdere il confronto con le sue rivali di riferimento, mentre e' ormai acclaratissimo il flop commerciale dell'originale, ma forse troppo incompresa, Volvo C30, che questo mese consegna appena 577 vetture con una misera quota del 2,1%.

BERLINE MEDIE ( D ) = In questo segmento si conferma ancora l'Alfa 159, che con 1.661 unita' consegnate si appropria del 27,6% del segmento. Al secondo posto pero' c'e' una novita', con la nuova Mercedes Classe C che fa sentire la sua benefica ventata di novita' strappando la piazza d'onore alla BMW Serie 3: per la stella siamo a quota 1.208 consegne ed una percentuale del 20,1%, mentre per l'elica siamo ben sotto le 1000 unita' ( 858 - 14,3% ). Se si eccettua il quarto posto della VW Passat ( 633 - 10,5% ), per tutte le altre eì buio pesto.

BERLINE SUPERIORI ( E ) = Questo mese ritorna prima la Mercedes Classe E ( 547 - 32,6% ) davanti alla BMW Serie 5 ( 429 - 25,5% ), che sono le due vere domninatrici del segmento. Fa comunque vedere che una piccola parte dei clienti non ha perso di vista le italiane Alfa Romeo 166 e Lancia Thesis, pur se con quantitativi venduti estremamente modesti ( in due fanno appena 221 consegne ed una quota tricolore del 13,2% ).

GRANDI BERLINE ( F ) = Questo mese e' una sfida limitata ai soli marchi Mercedes ed Audi: i quattro anelli si prendono il primo posto con la A6 ( che pero' dovrebbe in realta' appartenere al segmento E, dove finirebbe terza a quota 363 unita' consegnate ) ed il quarto posto con la A8 ( 54 consgne ). In mezzo, sul secondo e terzo gradino del podio, troviamo le Mercedes CLS e Classe S, rispettivamente con 213 e 125 consegne.

STATION WAGON – capienza del bagagliaio fino a 1600 dm3 =
La Ford Focus Sw e' come sempre al primo posto delle vendite senza rivali: 3.191 consegne e quota del 20,3%. Seconda e' sempre lOpel Astra Sw ( 2.264 - 14,4% ) e terza troviamo invece l'Alfa 159 Sportwagon, che vince il confronto con le rivali di segmento premium: per lei sono 2.116 le consegne ed il 13,4% la quota di segmento. Fa quindi meglio dell' Audi A4 Avant ( quarta con 1.414 - 9% ) e BMW Serie 5 Touring ( quinta con 1.218 - 7,7% ). In classifica la Fiat Stilo Multiwagon questo mese e' un po' piu' indietro all'undicesimo posto ( 429 consegne per lei ) che vende praticamente la meta' della Dacia Logan MCV, che si sta ritagliando uno spazio molto dignitoso nel segmento ( questo mese e' settima con 834 unita' consegnate ed una quota del 5,3% ).

STATION WAGON – capienza del bagagliaio oltre 1600 dm3 = Fiat Croma e Volkswagen Passat si contendono in maniera piuttosto alterna la prima posizione di questo segmento, anche se la maggior parte delle volte e' l'italiana a piazzarsi davanti. Non questo mese pro', con la tedesca che stacca 2.373 consegne ed una quota del 30,9%, molto rilevante. La Croma segue con 1.846 unita' consegnate ed una quota del 24,1%.Si conferma anche l'abisso di vendite di tutte le altre: la terza, che questo mese e' l'Audi A6 Avant, detiene l' 8,2% del segmento consegnando 629 vetture, poi troviamo nell'ordine BMW Serie 5 Touring, Skoda Octavia SAW, Peugeot 407 SW, Mazda 6 SW e via via tutte le altre.

SPORTIVE = La BMW Serie 3 Coupe' si conferma al vertice della categoria in fatto di vendite, molto simili al mese scorso: 694 consegne e quota invidiabile del 32,1% del segmento di appartenenza. Per fortuna che c'e' un'Alfa al secondo posto, la Gt, che stacca 469 unita' consegnate ed il 21,7% di quota. L'Audi TT completa il podio con 261 consegne, e poi per fortuna ritroviamo anche il nome dell'Alfa Brera ( 220 ). Chiudono la breve classifica l'Opel Astra GTC e la Mercedes CLK.

SPIDER E CABRIOLET = La peugeot 207 cc bissa il primato dello scorso mese con 651 consegne ed una quota del 17,8%, seguita dalla BMW Serie 3 Cabrio con circa la meta' delle vendite ( 339 ). Ne viene che la Citroen C3 Pluiriel, da sempre leader di questo segmento, retrocede di una ulteriore posizione al terzo posto, con 327 unita' consegnate. L'Alfa Romeo Spider e' quinta in classifica con 250 consegne ( quota del 6,8% ) dietro alla Mercedes SLK, facendo meglio della VW Eos ( 162 ) e dell' Audi A3 Cabrio ( che non viene segnalata in classifica ).

SUV E FUORISTRADA =
La Toyota Rav 4 tiene bene la leadership del segmento ( 1.562 consegne e quota del 8,8% ) ai danni dell'italiana Fiat 16, che questo mese pero' la segue di poco ( 1.453 - 8,2% ). Al terzo posto si piazza la novita' Nissan Quashqai, con 1.041 consegne e quota del 5,9%. Seguono poi nell'ordine Daihatsu Terios, BMW X3, Land rover freelander, mercedes Classe M e BMW X5. L'audi Q7 questo mese perde qualche posto stazionando nella mediobassa classifica con 434 consegne.

MULTISPAZIO COMPATTE =
E' piacevole veder confermare la prima posizione dalla Lancia Musa, che consegna 2.919 vetture con una quota del 9,2%, ed e' ancora piu' piacevole vedere seconda l'altra italiana Fiat Idea con 2.727 unita' consegnate ed una quota del 8,6%. Terza sul podio si trova questo mese la Opel Meriva, con 2.695 vetture consegnate e che sembra non essere piu' saldamente leader del segmento, seppur le differenze di vendita con le rivali italiane rimangano ampiamente recuperabili. Sempre con un occhio di riguardo per i prodotti di casa nostra, e' bene rilevare l'ottavo posto della Fiat Multipla ( 1.818 - 5,7% ) e del Fiat Doblo' ( tredicesimo con 1.005 consegne ).

MULTISPAZIO GRANDI = Il Citroen C4 Picasso si conferma primo con 1.321 consegne ed una quota del 27%. E' l'unico a sfondare quota 1000, perche' il Ford S-Max, secondo, fa 915, e poi c'e' un rilevante distacco con la terza vettura classificata, l'italiana Fiat Ulysse che consegna 417 unita'. La Lancia Phedra chiude la classifica con 251 consegne.
 

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente