Opel Flextreme

Discussione in 'Alfa Romeo News' iniziata da devilpassion, 22 Settembre 2007.

  1. Flextreme è una nuova espressione del lavoro che il gruppo General Motors sta portando avanti per sviluppare veicoli che siano in grado di ridurre le emissioni di CO 2 e la dipendenza dell'automobile dal petrolio. Diversamente dai veicoli convenzionali e dagli ibridi, il sistema GM E-Flex utilizza una batteria litio-ioni che consente ad Opel Flextreame di percorrere 55 chilometri senza dover essere ricaricata. A bordo del veicolo c'è anche un motore turbodiesel di 1.300 cc che produce elettricità per ricaricare la batteria e prolungare l'autonomia: 55 chilometri bastano alla maggior parte dei pendolari europei per andare e tornare dal posto di lavoro senza consumare a gasolio né emettere alcuna quantità di CO 2.

    Flextreme riprende e rilancia il linguaggio stilistico Opel proposto per la prima volta con il prototipo GTC Coupé in occasione dello scorso Salone di Ginevra. Le porte posteriori incernierate all'indietro facilitano l'accesso all'interno dell'abitacolo, il grande tetto trasparente ed il portellone posteriore sdoppiato che si apre di lato e ruota in alto ci fanno capire come questo veicolo sperimentale porti avanti la tradizione dei flessibili, funzionali ed attraenti prototipi Opel. Sul veicolo Flextreme a propulsione elettrica esposto a Francoforte, il sistema FlexLoad® ospita veicoli elettrici Segway® Personal Transporters (PTs), opportunamente modificati per essere ospitati a bordo del prototipo Opel.

    Il gruppo motopropulsore di Flextreme è una buona indicazione di mobilità a basse emissioni nel medio termine. Realizzato sulla base della piattaforma di un veicolo elettrico General Motors, funziona sempre elettricamente. La sorgente energetica è una batteria litio-ioni. Ulteriore energia proviene da un 1.300 turbodiesel common-rail che è non collegato alle ruote, ma che ricarica le batterie quando non è possibile farlo ad una presa di corrente fissa. Ciò permette di aumentare l'autonomia del veicolo. Questo turbodiesel dispone inoltre delle più moderne tecnologie atte a ridurre emissioni allo scarico e rumore. Un processo a ciclo chiuso basato sulla pressione nei cilindri serve a controllare la combustione. Secondo gli attuali cicli europei di prove per veicoli ricaricabili alla rete elettrica, Flextreme dovrebbe emettere meno di 40 g/km di CO2 (normativa ECE R101 per veicoli a grande autonomia).

    Le principali caratteristiche della carrozzeria di Flextreme mettono in evidenza nuovi elementi del linguaggio stilistico Opel: superfici più scolpite e chiari elementi stilistici (frecce, luci a forma di boomerang e linee inclinate lungo le fiancate). Lunga 4.796 mm, Flextreme è stata progettata all'insegna dell'efficienza tecnologica: peso ed aerodinamica sono stati ottimizzati utilizzando avanzati materiali e moderne tecniche di simulazione. Il risultato è un'ampia gamma di soluzioni innovative. Poichè l'estremità inferiore del parabrezza è stata portata molto in avanti, il caratteristico rialzo sul cofano risulta molto corto. La presa di corrente inserita sul pannello di supporto del cofano permette di collegare il veicolo a qualsiasi presa di corrente fissa. Il parabrezza panoramico di Flextreme non contribuisce solo a creare un ambiente interno luminoso e spazioso, ma si estende per gran parte del tetto, che è rinforzato con una struttura in materiali compositi a forma di spina fino alla parte posteriore del pavimento. Parabrezza, finestrini e gran parte del tetto sono realizzati in un leggerissimo policarbonato.

    Una rapida occhiata al frontale della vettura è sufficiente per rendersi conto di quanto siano piccole le prese d'aria rispetto alla tendenza attuale. La mascherina e le cornici sono rivestite con una leggero materiale trasparente in policarbonato per migliorare l'aerodinamica senza compromettere l'estetica. Lo stesso avviene per le ruote in lega leggera, che conservano il loro aspetto senza provocare negative turbolenze aerodinamiche. Come nel caso del design delle ruote, anche i grandi gruppi ottici anteriori a forma di boomerang creano un'illusione ottica. I porta-fari a forma di boomerang contengono una leggera barra trasversale, i fendinebbia e le prese d'aria per raffreddare i freni che sono particolarmente piccoli rispetto a quelle che sono le attuali tendenze. L'illusione ottica prosegue nella parte posteriore: ad una prima occhiata, il veicolo sembra privo di gruppi ottici. Invece, le luci posteriori incurvate sono completamente integrate nel portellone e nascoste sotto al vetro.

    All'interno di Flextreme è stato fatto ampio uso di strutture in nido d'ape, una funzionale struttura geometrica che associa grandi doti di leggerezza e di rigidità. Le troviamo in corrispondenza della parte inferiore della plancia porta-strumenti, del pavimento dell'abitacolo e del bagagliaio, della parte superiore del tunnel centrale dove sono posizionate le batterie al litio-ioni. Una soluzione particolarmente innovativa e leggera è stata utilizzata per la realizzazione dei sedili, che sono fissati al pavimento tramite una sola guida anziché due come avviene di solito, per lasciare maggiore spazio ai piedi dei passeggeri posteriori.

    Il raffinato rivestimento dei sedili con alcune parti in tessuto/maglia ed angoli realizzati in un materiale molto soffice conferisce loro un aspetto molto leggero ed elegante. Il mozzo del volante presenta una soluzione di alto contenuto tecnologico: l'airbag full-size lato guidatore è inserito al suo interno con una speciale tecnica sottovuoto che ne riduce al minimo il volume. Il grande display panoramico (1,20 m x 0,10 m) posto immediatamente al di sotto del parabrezza è decisamente accattivante e può essere configurato, ad esempio, per offrire un visione completa di quello che avviene attorno al veicolo, visto che al posto dei retrovisori esterni Flextreme ha due telecamere laterali, una rivolta in avanti e l'altra indietro.

    Fonte : it.cars
     

    Files Allegati:

  2. Sto caricando...


  3. finalmente rispetto della Natura e una macchina carina...assieme...

    Non come la Prius...
    con tutto il rispetto per la Toyota, che stimo molto come azienda (ci ho fatto pure la tesi di laurea!), ma la Prius è proprio brutta!!!

    La Flextreme è già + accettabile, anche se molto futuristica nelle forme...
     
  4. ci voleva poco a farlsa più bella della prius
     
  5. in effetti è molto carina, se effettivamente è così rispettosa per la natura sono felicissimo, ma i costi di un auto dl genere???