Problema ricarica batteria AGM su Giulietta 1.6 JTDM

JenaPlissken

Alfista principiante
29 Agosto 2021
184
77
29
Regione
Puglia
Alfa
Stelvio
Si sulla Giulietta è così, e da tutta la letteratura che ho letto sul sensore, le varie case che lo montano limitano la ricarica della batteria e recuperano quel mezzo cavallo di potenza nelle accelerazioni.
Quindi anche se io non ho mai indagato sulla Stelvio, è evidente che se monta detto sensore, è perché la casa ha voluto fare una strategia simile alla Giulietta dotata di start & stop.
Quindi presumo che non devi controllare nulla, perché non hai guasti, funziona così.
Credo anch'io...unico problema è che mi è apparso questo al cambio batteria. Credo dia dovuto al cambio effettuato...perché per ora sembra tutto perfetto...fino al 70%
 

Allegati

  • 20211219_162931.jpg
    20211219_162931.jpg
    523.6 KB · Visualizzazioni: 45

JenaPlissken

Alfista principiante
29 Agosto 2021
184
77
29
Regione
Puglia
Alfa
Stelvio
Si sulla Giulietta è così, e da tutta la letteratura che ho letto sul sensore, le varie case che lo montano limitano la ricarica della batteria e recuperano quel mezzo cavallo di potenza nelle accelerazioni.
Quindi anche se io non ho mai indagato sulla Stelvio, è evidente che se monta detto sensore, è perché la casa ha voluto fare una strategia simile alla Giulietta dotata di start & stop.
Quindi presumo che non devi controllare nulla, perché non hai guasti, funziona così.
Errore...doppio post
 
M

mauretto 60

Utente Cancellato
Credo anch'io...unico problema è che mi è apparso questo al cambio batteria. Credo dia dovuto al cambio effettuato...perché per ora sembra tutto perfetto...fino al 70%
Credo anche io che gli errori presenti siano dovuti al cambio batteria . Tu naturalmente con il Mes azzera gli errori, poi magari quando avrai voglia in futuro controlla se tante volte riappaiono. Se così fosse allora c'è il problema, ma ci credo poco.
 

JenaPlissken

Alfista principiante
29 Agosto 2021
184
77
29
Regione
Puglia
Alfa
Stelvio
Credo anche io che gli errori presenti siano dovuti al cambio batteria . Tu naturalmente con il Mes azzera gli errori, poi magari quando avrai voglia in futuro controlla se tante volte riappaiono. Se così fosse allora c'è il problema, ma ci credo poco.
Eccomi, cancellato col mes con elm e connettore 6...fatto alcune prove e finalmente gli errori non ci sono più. Forse erano rimasti perché non avevo cancellato anche con altro connettore. Batteria sempre al 69/70% tensione oltre 14 v.
Oggi ho ricontrollato anche con alfa dpf e non ci sono errori.
Incrocio le dita
 
  • Like
Reactions: mauretto 60

Light767

Alfista principiante
21 Dicembre 2016
415
62
29
Regione
Toscana
Alfa
Giulietta
Motore
2.0 Mjet 175 CV TCT
La mia Batteria FIAMM EFB dopo 2 anni sta per crollare. Usando lo start & stop non è durata tantissimo. Ho anche il mantenitore di carica ma ormai non si ricarica molto bene.

Le originali mopar sono Exide? Tornerei su Exide a questo punto...

L'originale è 72 AH ? Ho visto le nuove Exide EFB Carbon Boost ci sono da 70 Ah o da 75 Ah però mi pareva di ricordare che mettendola la capacità aumentata poi l'impianto della giulietta non la ricarica...che mi consigliate?
 

il_capitano

Ing. detailing - max esperto di b&m e lubrificanti
19 Novembre 2010
10,379
3,684
171
Ba
Regione
Puglia
Alfa
Giulietta
Motore
1.4 Turbo MultiAir 170cv TCT Exclusive
Altre Auto
Fiat Idea - Volkswagen Polo
La mia Batteria FIAMM EFB dopo 2 anni sta per crollare. Usando lo start & stop non è durata tantissimo. Ho anche il mantenitore di carica ma ormai non si ricarica molto bene.

Le originali mopar sono Exide? Tornerei su Exide a questo punto...

L'originale è 72 AH ? Ho visto le nuove Exide EFB Carbon Boost ci sono da 70 Ah o da 75 Ah però mi pareva di ricordare che mettendola la capacità aumentata poi l'impianto della giulietta non la ricarica...che mi consigliate?
Prova una AGM (Fiamm/Varta/Exide)
 
  • Like
Reactions: VURT

zimone-89

Alfista principiante
18 Dicembre 2017
105
84
29
Regione
Abruzzo
Alfa
Giulietta
Motore
1.4 TurboBenzina 120cv distinctive sport pack
Altre Auto
Y10 Turbo, Y10 GT i.e., Lancia Delta 1.3 -> 1.5 Turbo HF Style, 500C Belvedere '52
Buongiorno a tutti.

Innanzitutto ringrazio @colex e @mauretto 60 per tutte le parole (e non solo) spese sull'argomento in 34 pagine di thread (che mi sono letto tutte).

Scrivo perchè è un mesetto circa che combatto con questo benedetto sistema di ricarica. Esattamente un mese fa, dalla sera alla mattina, con auto spenta la sera prima alle 23, dopo un avviamento corretto, la mattina successiva alle 5:30 non è più partita.

Premetto che ero conscio della "stanchezza" della batteria (originale, del 2014, 63Ah 450A con 115000km di vita), era evidente la sofferenza, anche dovuta al freddo, ed ero pronto all'evenienza, ma non mi aspettavo certo una morte definitiva così repentina. (la batteria è talmente morta che non riesce ad avviare nemmeno il motore della mia delta 1.5 neppure appena scollegata dal caricabatterie). Fino alla sera prima del decesso la tensione di bordo era sempre di 14.1/14V, costantemente misurata da un Voltmetro che tengo nella presa accendisigari in pianta stabile.

Niente panico, al volo cambio la batteria installando una Varta tradizionale da 52Ah 470A che tengo in garage per queste evenienze e che carico a cadenza mensile.

L'auto si avvia, controllo tensione ok (14.1V) parto e vado a lavoro.

Quando esco alle 14:30, noto il famoso e famigerato comportamento che tutti noi ben conosciamo, ma penso "sarà normale. La batteria è molto buona, magari il sistema si accorge che è ben carica ed efficiente e non carica sempre."

Sbagliato.

Dopo una giornata di giri abbastanza brevi (i regali di Natale) e la tensione che supera i 12.6V solo nelle decelerazioni, l'ultimo avviamento prima di rientrare lo regge a fatica, il quadro strumenti sfarfalla, si spegne e si riaccende, non mi restituisce errori ma si azzera il trip. Dopo questo avviamento difficoltoso la tensione viene mantenuta a 14.1V costanti, ma la batteria, scarica, non raggiunge più la piena carica (chi conosce un minimo di conduzione degli accumulatori piombo/acido sa di cosa parlo). Infatti arrivato a casa l'avviamento è ugualmente difficoltoso, anche se riesce.

Metto la batteria in carica. I giorni successivi non cambia niente.


Senza stare a fare ulteriore papiro, scrivo in breve che ho scoperto anche io il trucchetto di staccare il sensore per un secondo per avere i 14.1V costanti (sembravo uno sc3m0, ogni volta con sto cofano aperto a mastricare).

Pensavo che in qualche modo il sistema rilevasse una resistenza interna della batteria diversa (essendo Pb normale e non EFB) e non riuscisse a caricarla correttamente. Pazienza, tanto dovevo cambiarla (52Ah sono pochi, gli assorbimenti ad auto spenta la scaricano troppo dopo una settimana di fermo)

Ho girato così fino a stamattina che ho avuto il tempo di cambiarla con una batteria di concorrenza acquistata tramite codice FIAT, EFB 68Ah 540A di spunto. Appena presa aveva 12.5V a vuoto, l'ho messa in carica ieri per mania personale e l'ho installata stamattina.

SORPRESAAAA!!!!!! la batteria non viene caricata ugualmente.


ora, premetto che sono già intenzionato a modificare l'alimentazione del sensore (avevo pensato ad un relè sottochiave, ma la soluzione finale di @mauretto 60 mi piace di più), al fine della ricerca, è possibile che anche con una batteria più piccola il sistema rompa le scatole? ed è possibile che anche con una batteria di poco superiore (RITENUTA EQUIVALENTE OEM) il problema persista?

mi chiedo anche, se volessi selezionare uno dei parametri preimpostati nel BC, quale sarebbe quello più adatto, dato che anche con Batteria più piccola di quella d'origine il sistema bestemmia?

Continua la sperimentazione con i 68Ah, intanto...vediamo se, man mano che viene ammazzata, ad un certo punto il BC si degna di caricarla

scusate il papiro
 
M

mauretto 60

Utente Cancellato
Buongiorno a tutti.

Innanzitutto ringrazio @colex e @mauretto 60 per tutte le parole (e non solo) spese sull'argomento in 34 pagine di thread (che mi sono letto tutte).

Scrivo perchè è un mesetto circa che combatto con questo benedetto sistema di ricarica. Esattamente un mese fa, dalla sera alla mattina, con auto spenta la sera prima alle 23, dopo un avviamento corretto, la mattina successiva alle 5:30 non è più partita.

Premetto che ero conscio della "stanchezza" della batteria (originale, del 2014, 63Ah 450A con 115000km di vita), era evidente la sofferenza, anche dovuta al freddo, ed ero pronto all'evenienza, ma non mi aspettavo certo una morte definitiva così repentina. (la batteria è talmente morta che non riesce ad avviare nemmeno il motore della mia delta 1.5 neppure appena scollegata dal caricabatterie). Fino alla sera prima del decesso la tensione di bordo era sempre di 14.1/14V, costantemente misurata da un Voltmetro che tengo nella presa accendisigari in pianta stabile.

Niente panico, al volo cambio la batteria installando una Varta tradizionale da 52Ah 470A che tengo in garage per queste evenienze e che carico a cadenza mensile.

L'auto si avvia, controllo tensione ok (14.1V) parto e vado a lavoro.

Quando esco alle 14:30, noto il famoso e famigerato comportamento che tutti noi ben conosciamo, ma penso "sarà normale. La batteria è molto buona, magari il sistema si accorge che è ben carica ed efficiente e non carica sempre."

Sbagliato.

Dopo una giornata di giri abbastanza brevi (i regali di Natale) e la tensione che supera i 12.6V solo nelle decelerazioni, l'ultimo avviamento prima di rientrare lo regge a fatica, il quadro strumenti sfarfalla, si spegne e si riaccende, non mi restituisce errori ma si azzera il trip. Dopo questo avviamento difficoltoso la tensione viene mantenuta a 14.1V costanti, ma la batteria, scarica, non raggiunge più la piena carica (chi conosce un minimo di conduzione degli accumulatori piombo/acido sa di cosa parlo). Infatti arrivato a casa l'avviamento è ugualmente difficoltoso, anche se riesce.

Metto la batteria in carica. I giorni successivi non cambia niente.


Senza stare a fare ulteriore papiro, scrivo in breve che ho scoperto anche io il trucchetto di staccare il sensore per un secondo per avere i 14.1V costanti (sembravo uno sc3m0, ogni volta con sto cofano aperto a mastricare).

Pensavo che in qualche modo il sistema rilevasse una resistenza interna della batteria diversa (essendo Pb normale e non EFB) e non riuscisse a caricarla correttamente. Pazienza, tanto dovevo cambiarla (52Ah sono pochi, gli assorbimenti ad auto spenta la scaricano troppo dopo una settimana di fermo)

Ho girato così fino a stamattina che ho avuto il tempo di cambiarla con una batteria di concorrenza acquistata tramite codice FIAT, EFB 68Ah 540A di spunto. Appena presa aveva 12.5V a vuoto, l'ho messa in carica ieri per mania personale e l'ho installata stamattina.

SORPRESAAAA!!!!!! la batteria non viene caricata ugualmente.


ora, premetto che sono già intenzionato a modificare l'alimentazione del sensore (avevo pensato ad un relè sottochiave, ma la soluzione finale di @mauretto 60 mi piace di più), al fine della ricerca, è possibile che anche con una batteria più piccola il sistema rompa le scatole? ed è possibile che anche con una batteria di poco superiore (RITENUTA EQUIVALENTE OEM) il problema persista?

mi chiedo anche, se volessi selezionare uno dei parametri preimpostati nel BC, quale sarebbe quello più adatto, dato che anche con Batteria più piccola di quella d'origine il sistema bestemmia?

Continua la sperimentazione con i 68Ah, intanto...vediamo se, man mano che viene ammazzata, ad un certo punto il BC si degna di caricarla

scusate il papiro
Conosci la modifica che ho postato quindi è inutile aggiungere altro materiale tecnico qui.
Unico aggiornamento, è che sulla mia Giulietta sono alcuni anni che ho cambiato l'alimentazione al sensore IBS ed ho montato pure una batteria che non centra nulla con quelle previste nella rosa di papabili nel body computer.
Problemi zero, batteria sempre totalmente carica. Sono soddisfatto.
 
  • Love
Reactions: il_capitano

zimone-89

Alfista principiante
18 Dicembre 2017
105
84
29
Regione
Abruzzo
Alfa
Giulietta
Motore
1.4 TurboBenzina 120cv distinctive sport pack
Altre Auto
Y10 Turbo, Y10 GT i.e., Lancia Delta 1.3 -> 1.5 Turbo HF Style, 500C Belvedere '52
Non credo sia inutile aggiungere esperienze diverse da quelle avute fino ad ora.

Ad esempio

Ho lasciato la batteria completamente staccata dall'impianto di bordo per tre giorni. Nel frattempo è stata in carica fino a stamattina.

Ho ricollegato tutto, acceso il quadro avevo 13.1V sull'accendisigari.

Avviato il motore, la tensione è schizzata a 14.2V. Fissi.

Ed è cosi da stamattina, la sto usando per piccoli giri nella zona. Ha ripreso a funzionare correttamente anche lo start&stop (che non ha mai funzionato affatto da quando è stata montata la batteria nuova tre giorni fa)

Significa che lasciando tutto staccato si è resettato qualcosa? Quanto ancora funzionerà?

Vedremo....fra poco la rimetto in garage e resterà ferma fino a domani sera.
 
M

mauretto 60

Utente Cancellato
Significa che lasciando tutto staccato si è resettato qualcosa?
Si, ogni volta che si toglie l'alimentazione al sensore IBS, quando si ricollega la batteria, al primo avviamento questo inizia la procedura di apprendimento e quindi durante questa " inizializzazione" fa caricare la batteria in ogni condizione di marcia. Come d'altronde avviene normalmente su vetture non dotate di sensore IBS. Esempio la Giulietta 1,8 quadrifoglio,( infatti su quest'ultima non avendo il sensore, sono anche previste batterie normali, più economiche delle efb od agm che su questa vettura non servono affatto). Vedi per riscontro il catalogo Marelli.

Quanto ancora funzionerà?

Allo spegnimento e successiva sosta di almeno 4 ore, (praticamente il giorno dopo), il sensore IBS una volta apprese le caratteristiche della batteria presente al momento, il sistema torna torna al funzionamento normale, quindi fa caricare la batteria solo nelle decelerazioni oppure quando è proprio costretto perché misura che la batteria ha una carica residua bassa, ad esempio in città con il traffico a singhiozzo e magari con molti accessori elettrici accesi, quindi in queste condizioni, la carica della batteria si esaurisce rapidamente solo dopo pochi minuti/secondi sotto il 70%, quindi il sensore è obbligato a far "riaccendere" l'alternatore per riportarla almeno un pelo sopra quel valore.
Per questo motivo è normale che con impianto originale la batteria non si può caricare (o scaricare) se non intorno al 70% circa.
Quindi capisci da te che la carica della batteria non arriverà mai a livelli ottimizzati in vettura, come invece avviene con il carica batterie che può arrivare anche al 100%.
Ed è per questo motivo che moltissimi utenti del forum lamentano il mancato funzionamento dello Start&Stop già dopo alcune settimane dopo aver montato la batteria nuova, pur essendo efficiente la batteria stessa.
Praticamente dipende dal tipo di percorso che si effettua.
Immaginiamo che in teoria uno possa fare una frenata lunga 10-20 km (magari scendendo dal Monte Bianco senza mai toccare l'acceleratore 😂), ecco li che solo in questo teorico caso il sensore fa rimanere sempre "acceso" l'alternatore anche ben oltre il 70-80-90 %
Questo ovviamente quando tutto il sistema funziona correttamente.
 

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente