Quali candele per il 2.2JTS?

Discussione in 'JTS' iniziata da JKR73, 6 Maggio 2010.

  1. Proviamo a ragionare diversamente: perchè il twin Spark da 105 CV Montato sulle 147, NON ha le candele con elettrodo al Platino?? Secondo le tue "ragioni commerciali" qui non potevano fare cassa?? O forse sapevano già a priori che non avrebbero venduto così tanto??

    A mio avviso il motivo tecnico è quello che ho scritto sopra; E' chiaro che una scintilla che scocca fra due elementi sarà tanto più corposa e di maggiore intensità, quanto più sono efficienti elettricamente i materiali che caratterizzano gli elettrodi; Ho sottolineato in neretto il "grossomodo costante": è proprio quello che ci frega...:rolleyes:
     
  2. Perdonami ... forse mi sono espresso male, io non voglio affermare che il materiale nuovo sia stato concepito per fare cassa, me ne guarderei bene, dico solo che le differenze reali, palpabili dall'utente di tutti i giorni, non le vedi in modo significativo, sono piccolezze che possono avere riscontro solo su motori da competizione o molto sportivi (e non è il caso della Giulietta e di altre Alfa standard, ivi compresa la 147 Twin Spark che conferma, che con candele standard si va bene lo stesso).
    Sicuramente invece l'effetto durata della candela è il pro più grande che tutti possono constatare.
    Per quanto riguarda il neretto, ed il mio "grossomodo costante" intendevo dire che a 20.000 km quelle standard sono appena usurate (aumenta leggermente la distanza tra gli elettrodi/dielettrico), mentre per le iridium il traguardo è spostato molto più in la.
    Se torno indietro con la mia pignoleria, posso dirti che negli anni '70/80 cambiavo le candele alla mia A112 abarth ogni 5.000 km, perchè le volevo super performanti; ma era un eccesso di zelo, in realtà non era affatto necessario.
    Va bene lascio la parola a qualche altro amico e ti ringrazio ancora perchè hai compreso che la mia non vuole essere polemica sterile, ma sete di sapere.
     
  3. Ninodec, non stai facendo polemica, su un forum si dibatte di tutto e di più...

    Per la parte che ho evidenziato in neretto, voglio solo dire che la "differenza reale" di sicuro non può essere così evidente e subito, ma fa parte di un insieme di cose, molte delle quali elencate nel mio post più in alto:
    Scintilla scarsa--->Gas incobusti----> Carburazione sballata--->Lambda che lavora male---->Centralina risponde con parametri tali da portare i Gas di scarico alle condizioni "EUROX", ma non ci arriverà mai----> Prestazioni Scadenti-----> Lambda che si usura rapidamente;

    Sulla tua 112 Abarth, forse eri pignolo a cambiarle ogni 5 mila km, ma di sicuro a 20 mila dovevi già farlo, perchè? Secondo me per questo motivo: Le auto a carburatori, e specialmente un'auto brillante come la 112 Abarth, giravano a miscela abbastanza grassa; Poi marcia a freddo con carburazione difficilmente "stechiometrica" per le auto a carburatori, dunque candele già "massate" (passami il temine grezzo...) precocemente....:D
     
  4. Va bene allora concludo con una battutaccia, vorrà dire che per verificare con mano le effettive differenze, monterò contemporaneamente... 2 candele tradizionali, 1 al platino ed 1 all'iridium, poi ti faccio sapere quella che si comporta meglio ... !?!?! :lol2:
     
  5. Intanto vorrei ringraziare entrambi per aver dato un bellissimo esempio di discussione! Poi avete acceso la mia curiosità e spinto a documentarmi e imparare qualcosa di nuovo.

    Ho cercato un po' in rete e fra tutti direi che l'articolo dedicato su wikipedia è ben fatto e merita di essere linkato e letto: Candela di accensione - Wikipedia

    Parlando di elettrodo centrale risulta che uno spessore minore porta una maggiore affidabilità nel produrre la scintilla a dispetto della durata della candela stessa, da qui l'esigenza di utilizzare un materiale più resistente ad alte temperarature e sbalzi termici, vedi il platino poi l'iridio.
    In aggiunta nel mio caso, alimentazione gpl, si sviluppano in camera temperature ancora maggiori quindi è ancor più indicato l'uso di candele più resistenti a questi stress.
     
  6. Una piccola variazione sul tema:
    Ho tentato di cambiare le candele, ma mi sono trovato di fronte ad un piccolo problema: non sono riuscito a smontare il coperchio delle bobine.
    Non ho trovato traccia su Elearn di istruzioni in merito.
    Qualcuno sa dirmi come togliere i bulloni laterali, sotto la protezione nera?
     
  7. Ho trovato la risposta al mio problema. La protezione nera è trattenuta non da bulloni ma da una specie di bottoni in gomma.
    Per togliere il coperchio delle bobine si svitano i quattro bulloncini in vista, si libera la molletta di plastica sopra la protezione nera e si tira verso l'alto. L'uovo di Colombo!?