WTCC 2006 (postiamo tutto qui)

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

J.Kay

Staff Forum e Sito
Staff Forum
Community Manager
21 Marzo 2006
3,124
1
1,498
171
40
MI - Lugano
Regione
Lombardia
Alfa
Motore
3.0L
Altre Auto
Bmw F11 530d Msport
Il programma del week-end di Magny Cours:

Sabato 29 aprile
09:00 Prove libere 1
12:15 Prove libere 2
15:05 Qualifiche

Domenica 30 aprile
09:25 Warm-Up
15:10 Gara 1
16:15 Gara 2
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
Purtroppo la gara me la perdero' sicuramente. Mi raccomando, fatemi un racconto ben dettagliato!
 

Tibe

Alfista principiante
14 Marzo 2006
2,550
7
39
SR
Regione
Sicilia
Alfa
Brera
Motore
3.2 V6 Q4
Grande gara delle BMW oggi a Magny-Cours, si è disputata la seconda tappa stagionale del Campionato Fia WTCC 2006.
Alla partenza le due 320si di Jorg e Dirk Muller hanno sopravanzato tutti portandosi subito in testa, con la Seat Leon di Rickard Rydell che ha mantenuto la terza posizione davanti al poleman Gabriele Tarquini, retrocesso subito di tre posizioni. Solamente 12esimo l'attuale leader della classifica piloti Yvan Muller, con la Seat Leon del team 'SEAT Sport France'.
Più dietro le Alfa Romeo, in serie difficoltà, cercavano di recuperare terreno nonostante la prima vettura del "biscione" si ritrovasse in 16esima piazza con il brasiliano Augusto Farfus.
La gara praticamente si è corsa nelle prime quattro posizioni, con le due BMW e le due Seat vicinissime e con le posizioni standard fino all'ultimo giro della corsa quando il tedesco Dirk Muller ha tagliato per primo il traguardo seguito dal compagno di squadra Jorg e da ben cinque Leon, quelle di Rydell, Tarquini, Gene, Terting e Thompson.
Solamente ottavo il campione in carica Andy Priaulx.
In gara due, partito dalla prima posizione davanti la Seat Leon di Thompson, il pilota britannico della 'BMW Team UK' ha condotto la seconda manche del Fia WTCC a Magny-Cours sempre al comando, andando a vincere il secondo round del campionato davanti al compagno di marca, Jorg Muller, con la 320si del 'BMW Team Germany'.
Nel tentativo di rientrare ai box per riparare la sua vettura, Zanardi viene coinvolto in un altro incidente che questa volta ha messo definitivamente la parola fine alla sua gara.
Si ripete quindi lo scenario di Gara 1 con due BMW al comando e cinque Seat Leon subito dietro.
Alla bandiera a scacchi è quindi Priaulx a tagliare per primo il traguardo, davanti a Jorg Muller, Jordi Gene, James Thompson, Gabriele Tarquini, Peter Terting, Yvan Muller e Nicola Larini, ottavo con la Chevrolet Lacetti.

Brutta giornata per le nostre amate Alfa probabilmente anche a causa di un circuito dalle caratteristiche maggiormente favorevoli alle trazioni posteriori BMW per via dei brevi rettilinei e dei repentini cambi di direzione nelle chicanes ... :eek:
 

J.Kay

Staff Forum e Sito
Staff Forum
Community Manager
21 Marzo 2006
3,124
1
1,498
171
40
MI - Lugano
Regione
Lombardia
Alfa
Motore
3.0L
Altre Auto
Bmw F11 530d Msport
L'alfa in questo GP non è proprio riuscita :aktion039: speriamo di combinare qualcosa nel prossimo GP in UK
 

156Sportwagon

Alfista principiante
1 Aprile 2006
830
14
19
47
FI
Regione
Toscana
Alfa
156
Motore
1.9 Jtd
E' vero....io nn l'ho seguito ho visto solo gli ultimi giri della gara2 .....sbaglio ho il cronista è molto filocrucchegiante?
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
Caro 156Sportwagon, piu' che filo crucccheggianti, i cronisti del WTCC sono molto obiettivi nel riconoscere i valori dei team ed i meriti dei piloti, anche se non italiani, contrariamente a quei laidi di Ivan Capelli e Gianfranco Mazzoni che, in Formula 1, se la ridevano quando i team rivali della Ferrari avevano dei problemi. Nella gara di apertura di Monza infatti, si sono addirittura esaltati alle gesta di Farfus e Balzan in gara 2. Questo secondo me e' un bene. Passiamo oltre. Due gare sono pochissime per trarre un primo bilancio di questo WTCC 2006, ma sembra che la Seat si sia sostituita in tutto all'Alfa Romeo degli ultimi due anni, nel bene e nel male. Nel bene perche' e' l'antagonista vera della BMW, e probabilmente le contendera' il titolo fino all'ultima gara o quasi, e nel male perche', come l'Alfa, avendo trazione anteriore, alla partenza di ogni gara brucia tutto l'eventuale vantaggio che si costruisce ( quando ci riesce ) nelle qualifiche. E' cosi' che e' andata in Francia, ed e' cosi' che andra' in futuro. Per l'Alfa Romeo anche l'anno passato al Magny Cour non c'e' stata stoira, non esistendo assolutamente come quest'anno. Ma pazienza, tanto lo sapevamo che il mondiale e' affare solo della BMW.
 

156Sportwagon

Alfista principiante
1 Aprile 2006
830
14
19
47
FI
Regione
Toscana
Alfa
156
Motore
1.9 Jtd
Sicuramente il mio giudizio è stato affrettato....ti ripeto ho seguito solo gli ultimi due giri della gara2 e dall'entusiasmo ho avuto quell'impressione lì. Concordo con te quanto dici riguardo ai cronisti di F1.
 

Tibe

Alfista principiante
14 Marzo 2006
2,550
7
39
SR
Regione
Sicilia
Alfa
Brera
Motore
3.2 V6 Q4
Beh ... ci sarebbe anche da capire su quale canale si sono guardate le gare :grinser021:
 
A

AccaEmme

Utente Cancellato
Questo e' vero. Avendo il pacchetto Skay io le seguo sul secondo canale di Eurosport.
 

J.Kay

Staff Forum e Sito
Staff Forum
Community Manager
21 Marzo 2006
3,124
1
1,498
171
40
MI - Lugano
Regione
Lombardia
Alfa
Motore
3.0L
Altre Auto
Bmw F11 530d Msport
Dirk Muller e Andy Priaulx si spartiscono una vittoria a testa sul circuito di Magny Cours, nel secondo round stagionale del Campionato FIA WTCC. Tra gli Independents s'impongono Tom Coronel e l'italiano Stefano D'Aste.

Gara 1: Con una partenza bruciante Jorg Muller su BMW riesce a prendere il comando alla prima curva scalzando il poleman Gabriele Tarquini (Seat) e Rickard Rydell. Dirk Muller (BMW) non è da meno, e dalla terza fila risale immediatamente in seconda posizione. Tarquini perde ulteriormente terreno, cedendo così la terza piazza a Rydell (Seat Leon). Salvatore Tavano (Alfa Romeo) e Marcel Costa (BMW) invece escono dai giochi alla prima curva.
Giro dopo giro, Dirk Muller riduce il gap che lo separa da Jorg e, al nono giro, riesce a passare il compagno di squadra e a difendere la prima posizione sino al taglio del traguardo con un vantaggio di 0.436. Rydell è vicinissimo ai due contendenti, ma deve accontentarsi del terzo gradino del podio.
Tra gli Indipendenti Luca Rangoni (BMW) e Tom Coronel (Seat) hanno ingaggiato una avvincente battaglia che ha visto il pilota olandese avere la meglio e chiudere in decima posizione assoluta.

Gara 2: La seconda sfida ha visto invece il campione in carica Andy Priaulx (BMW) - poleman di Gara 2 - dominare dal primo sino all'ultimo giro. Jorg Muller conquista nuovamente il secondo gradino del podio dopo essere partito dalla settima posizione. Seat guadagna ancora la terza piazza, questa volta grazie allo spagnolo Jordi Gené.
Al via, i protagonisti di Gara 1 Dirk Muller e Rickard Rydell escono immediatamente dai giochi urtandosi alla prima curva, coinvolgendo anche la Honda Accord di Pierre-Yves Corthals. Successivamente, è Luca Rangoni a toccare la BMW di Marcel Costa, che a sua volta urta la vettura del suo compagno di squadra Alex Zanardi ed entrambi finiscono la loro gara contro le barriere.
Il pilota Seat James Thompson intanto, al quarto passaggio, è costretto a cedere alla pressione del compagno Gené, che guadagna così la seconda posizione. Thompson deve poi difendersi dagli attacchi di Jorg Muller, che riesce però a sorpassarlo al quinto giro e, successivamente, all'ottavo giro, strappa la seconda piazza a Gené, posizione che conserverà sino al taglio del traguardo.
Tra gli Indipendenti, è Stefano D'Aste su BMW a primeggiare e a passare sotto la bandiera a scacchi in decima posizione assoluta.

Così all'arrivo di Gara 1:

1 Dirk MULLER (BMW 320si) 12 giri in 22'22.141
2 Jorg MULLER (BMW 320si) a 0.436
3 Rickard RYDELL (SEAT Leon) a 1.078
4 Gabriele TARQUINI (SEAT Leon) a 1.514
5 Jordi GENE (SEAT Leon) a 4.075
6 1Peter TERTING (SEAT Leon) a 4.673
7 James THOMPSON (SEAT Leon) a 7.533
8 Andy PRIAULX (BMW 320si) a 7.940
9 Robert HUFF (Chevrolet Lacetti) a 14.445
10 Tom CORONEL (SEAT Toledo Cupra) a 15.446
11 Nicola LARINI (Chevrolet Lacetti) a 16.146
12 Luca RANGONI (BMW 320si) a 17.132
13 Yvan MULLER (SEAT Leon) a 18.119
14 Alessandro ZANARDI (BMW 320si) a 19.148
15 Roberto COLCIAGO (SEAT Leon) a 20.430
16 Pierre-Yves CORTHALS (Honda Accord Euro R) a 24.065
17 Emanuele NASPETTI (BMW 320i) a 25.960
18 Stefano D'ASTE (BMW 320i) a 26.428
19 Alain MENU (Chevrolet Lacetti) a 26.684
20 Gianni MORBIDELLI (Alfa Romeo 156) a 29.396
21 Augusto FARFUS (Alfa Romeo 156) a 35.536
22 Ryan SHARP (Honda Accord Euro R) a 36.892
23 Emmet O'BRIEN (BMW 320i) a 44.453
24 Elio MARCHETTI (Alfa Romeo 156) a 47.683
25 Simone IACONE (BMW 320i) a 48.018
26 Riccardo ROMAGNOLI (Alfa Romeo 156 Gta) a 53.003
27 Diego ROMANINI (BMW 320i) a 55.029
28 Davide RODA (SEAT Leon) a 1'24.696
Non classificati
Maurizio CERESOLI (SEAT Toledo Cupra)
Salvatore TAVANO (Alfa Romeo 156)
Alessandro BALZAN (Alfa Romeo 156)
Stefano VALLI (BMW 320i)
Marcel COSTA (BMW 320si)

Così all'arrivo di Gara 2:

1 Andy PRIAULX (BMW 320si) 12 giri in 22'19.166
2 Jorg MULLER (BMW 320si) a 0.906
3 Jordi GENE (SEAT Leon) a 3.603
4 James THOMPSON (SEAT Leon) a 8.080
5 Gabriele TARQUINI (SEAT Leon) a 11.700
6 Peter TERTING (SEAT Leon) a 15.197
7 Yvan MULLER (SEAT Leon) a 16.901
8 Nicola LARINI (Chevrolet Lacetti) a 17.441
9 Robert HUFF (Chevrolet Lacetti) a 21.267
10 Stefano D'ASTE (BMW 320i) a 21.876
11 Roberto COLCIAGO (SEAT Leon) a 24.141
12 Augusto FARFUS (Alfa Romeo 156) a 31.654
13 Alain MENU (Chevrolet Lacetti) a 32.390
14 Gianni MORBIDELLI (Alfa Romeo 156) a 34.365
15 Salvatore TAVANO (Alfa Romeo 156) a 36.699
16 Tom CORONEL (SEAT Toledo Cupra) a 39.662
17 Alessandro BALZAN (Alfa Romeo 156) a 40.556
18 Riccardo ROMAGNOLI (Alfa Romeo 156 Gta) a 59.571
19 Maurizio CERESOLI (SEAT Toledo Cupra) a 1:07.020
20 Davide RODA (SEAT Leon) a 1'08.274
21 Luca RANGONI (BMW 320si) a 1'09.154
22 Diego ROMANINI (BMW 320i) a 1'14.680
23 Emmet O'BRIEN (BMW 320i) a 1'26.814
Non classificati
Ryan SHARP (Honda Accord Euro R)
Elio MARCHETTI (Alfa Romeo 156)
Emanuele NASPETTI (BMW 320i)
Marcel COSTA (BMW 320si)
Alessandro ZANARDI (BMW 320si)
Rickard RYDELL (SEAT Leon)
Pierre-Yves CORTHALS (Honda Accord Euro R)
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente