additivi anti-attrito per olio motore

Discussione in 'Additivi, Olii, Carburanti' iniziata da subzero53, 5 Dicembre 2010.

  1. Dato che variamo negli additivi giusto per fare anche un confronto, ho cambiato il titolo della discussione così si può avere un diiscorso lineare e già ci sono che hanno potuto avere dei riscontri...
    :)
     
  2. sempre presente andrea. complimenti.
     

  3. Paolo arrivata la polverina magica??? Tienici aggiornati....
     
  4. si è fermata alla dogana a Milano, mi hanno interpellato per compilare dei documenti, quando mi arriva vi faccio sapere
     
  5. in attesa di commenti su come va.
     
  6. #36bobkelso,17 Marzo 2013
    Ultima modifica: 17 Marzo 2013
    Bella discussione.
    Un po' di tempo fa avevo provato ad informarmi sui forum esteri,
    intanto dico che a parer mio qualcosa gli addittivi fanno,
    ci sono punti del motore dove l'attrito tra i pezzi non è completamente
    sostituito da un velo viscoso (viscoso il giusto, come spiegava Andrea,
    una tassa sulla potenza persa si dovrà pagare sempre) di olio che
    faccia da cuscinetto e infatti quei punti sono i pezzi che si usurano con i km,
    (pistoni/fasce/canne pistoni e contatto punterie-bicchierini,
    poi le sedi valvole sono un discorso a parte perchè non lubrificate),
    mentre ci sono molti altri punti dove i modificatori di attrito sono inutili
    perchè c'è già un velo di olio ininterrotto a separare i pezzi (es. bronzine)
    e li un addittivo sbagliato potrebbe anche peggiorare le proprietà dell'olio.
    (es.: una lattina di prodotto che in pratica diluisce la viscosità l'olio,
    il motore guadagna subito un paio di cv ma è meno protetto,
    in pratica un addittivo fuffa!)

    Il vantaggio più importante sarebbe invece in fase di avviamento,
    quando l'olio non è ancora in pressione, quasi tutti i punti del motore
    sono a rischio usura (in pratica i motori invecchiano più durante gli avviamenti
    che in marcia), parte che un buon addittivo antiusura che protegge durante
    gli avviamento allunghi la vita al motore(specialmente alberi a camme e bicchierini,
    ma in questa fase anche le bronzine ringraziano)

    Spiegavano che c'è stato un periodo che gli oli avevano raggiunto
    una buona addittivazione di tali addittivi prima generazione e i motori erano
    costruiti tenendone conto ma che poi negli ultimi anni negli olii li avrebbero
    ridotti per motivi ecologici (emissioni) e per non rovinare i catalizzatori.

    Ad oggi per chi ha motori anni 90 (specie chi non ha nel motore un sistema
    camme/bicchierino con interporsto cuscinetto/rullino ma invece il sistema semplice
    a contatto strisciante) sarebbe consigliabile usare olii che hanno trovato nuove formule
    per l'addittivazione compatibili con i requisiti ecologici..qui ognuno ha i suoi favoriti..
    poi dipende anche dalla spesa e da quanto si intende conservare l'auto..

    In alternativa si può tentare l'aggiunta di addittivi esterni ad olio 'normale',
    una sorta di tuning personalizzato che ci può tentare tutti, qui ci sono due pericoli:

    - utilizzare addittivi di prima generazione efficaci ma non più presenti
    negli oli perchè ritenuti troppo inquinanti per le emissioni allo scarico
    (lo stesso teflon, tra i meno tossici, non è che sia una bella bestia,
    anche se non bruciasse ma ridotto in microparticelle nei gas della marmitta)
    Ps.: detto questo non è il caso di colpevolizzarsi in eccesso se si prova
    un addittivo di ditta nota in commercio, ogni auto emette già microparticelle
    di ogni tipo (metalliche e composti dall'olio) dalla marmitta insieme ai gas..

    - utilizzare addittivi ultimo tipo (credo il nitruro di boro sia tra questi,
    a seconda del dosaggio forse è considerato più eco-accettabile)
    ma non riuscire a disperderli e dosarli correttamente negli olii
    come invece avviene negli oli commerciali che già li contengono insieme
    ad un pacchetto di disperdenti appositi ed una procedura di miscelazione ad hoc
    (in pratica aggiungendoli manualmente si rischia che non si mischino e
    vadano a raccogliersi aggrumati in qualche angolo del motore o del filtro
    invece di spandersi e in pratica anche se non dovrebbero far danno
    non farebbere più il loro dovere al meglio nel proteggere le superfici),
    leggevo che il nitruro di boro si può avere lavorato in microparticelle
    di dimensioni diverse, alcune più facili di altre da miscelare,
    poi alcuni utenti per prudenza provano a passarlo con un setaccio fine
    e premescolarlo con un po' di olio prima di versarlo nel motore..
    da verificare se sia una panzanata o meno..

    Aspetto anche io con molta curiosità il riscontro diretto di Paolo.tnt,
    che mi pare essere piuttosto preciso, se avrà o meno una diminuzione
    del freno motore o altri effetti anche leggeri dovrebbe accorgersene
    al di la di ogni effetto "placebo"..

    ..poi questa sostanza ha spopolato come antiattrito (e recupero potenza)
    più negli olii dei cambi che nei motori..ma su auto d'epoca con sincronizzatori "timidi"
    aggiungerla potrebbe avere controindicazioni se li rendesse ancora piu 'timidi' per
    il dimiuto attrito delle superfici..sulla 33 avrei timore..sulla 75 non saprei..da provare..

    ..forza dogana, mollate il pacchetto :)
     
  7. Dopo aver scritto mi sono fatto un altro ripasso in rete
    giusto per provare a mettere un po' di ordine,
    uno dei composti prima generazione era (è) lo ZDDP con zinco.

    Non ho capito se da un colore bianco o giallognolo, ma è
    sicuramente efficace nei punti dove il velo d'olio non è continuo,
    perchè a parte le leggende di internet
    (si dice venisse già messo nei serbatoi dell'oilo motore degli aerei
    della seconda guerra mondiale così se l'aereo era colpito e perdeva l'olio,
    il motore aveva più speranze di non fondere e ritornare alla base)
    era dichiaratamente presente in discreta quantità negli olii motore commerciali
    fine anni 80, inizio anni 90 per le auto; lo hanno progressivamente ridotto dagli
    olii per il motore (con danno ai poveri alberi a camme progettati per lavorare
    con alte pressioni sui bicchierini proprio pensando che tanto c'era l'olio con gli addittivi)
    e poi in parte sostituito con altro perchè con il passaggio alla benzina verde
    può formare nel motore gas ancora più velenosi del suo solito,
    oltre ad abbreviare la vita del catalizzatore..forse qualche produttore
    ne propone ancora una linea per motori dell'epoca (ma qui da noi si
    trovano solo su ebay) e magari non catalitici..

    si dice anche che potrebbe essere questo l'ingrediente "segreto"
    di 2 o 3 dei famosi addittivi chiamati ceramici (lasciando a parte
    quelli basati su particelle di teflon o sulle cloroparaffine) in commercio,
    che permettono di dosarlo ben sopra le modeste percentuali
    permesse dalle normative antinquinamento agli olii commerciali

    Al confronto la polverina bianca del nitruro di boro esagonale
    (nuova generazione di prodotti) è praticamente innocuo e
    dovrebbe avere simile efficacia, in pratica ha proprietà molto simili
    alla grafite ma è bianco e non tossico..se dovessi provare qualcosa
    punterei su questo..gli unici possibili problemi sembrano essere
    appunto la fase di miscelazione che non porti a grumi/depositi,
    la granulometria con cui lo si acquista, che deve essere sensibilmente
    inferiore alla porosità del filtro motore (per chi vuole esagerare ci sono
    granulometrie finissime che vengono aquistate dagli appassionati di armi
    per rendere scivolose le canne e i proiettili, ma queste preparazioni
    sono più costose, sui 20 euro per un barattolino) e la purezza, perchè
    se nel lotto ci fossero percentuali cospicue di particelle di nitruro di boro cubico
    queste sarebbero invece abrasive (le polveri del cubico sono
    vendute con varie granulometrie come abrasivi industriali)..
    insomma se lo si aggiunge da sè serve un fornitore un minimo affidabile :)
    Ps.: si dice anche che la resa aumenta con la concentrazione ma
    fino ad un certo punto, poi se se ne aggiunge ancora la resa diminuisce
    (interferisce con le proprietà dell'olio senza dare altri vantaggi)..

    Insieme ad altri addittivi ha avuto un buon successo negli olii dei
    cambi moderni perchè riducendo l'attrito tra le parti ha permesso anche
    di utilizzare olii meno viscosi (meno protettivi), da cui un doppio (piccolo)
    vantaggio in termini di potenza recuperata.
     
    A marcomato piace questo elemento.
  8. questo si chiama spiegare.
     
  9. Te lo devi vedere nella 33, ci mette di tutto, spiega sempre al dettaglio :)
     
  10. Paolo arrivato l'HBN??? Non è che ne hanno fatto una pista in dogana??:grinser021::grinser021:
     
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
Additivo per carburante Additivi, Olii, Carburanti 19 Ottobre 2018
Additivo gasolio Giulietta Additivi, Olii, Carburanti 7 Settembre 2018
Additivi Valena-SV Additivi, Olii, Carburanti 9 Agosto 2017