(Sondaggio)FAP/DPF: uno strumento utile o solo un bluff?

Discussione in 'Ecologia' iniziata da AlexMi, 11 Dicembre 2018.

?

Cosa ne pensate del filtro antiparticolato dei Diesel?

  1. Il filtro antiparticolato è utile

    33.3%
  2. Il filtro antiparticolato non è utile

    8.3%
  3. Non so

    0 valutazioni
    0.0%
  4. È utile ma ha bisogno di migliorare

    58.3%
  1. Le euro 4 erano le prime ad adottarlo e ancora andava ancora affinato.
    Hanno però il vantaggio di averlo separato dal Kat quindi almeno chi lo rimuove lascia il Kat, mentre su euro 5 e 6 se lo rimuovi togli tutto, con effetti devastanti sulla nocività dello scarico.
    Poi ragazzi stiano dando ragione a quelli che fanno la guerra ai diesel, se diciamo che appena invecchia non vale la pena mantenere efficienti i dispositivi anti inquinamento.
     
  2. scusate non vorrei sbagliare ma mi sembra che la discussione sul dpf l'abbia cominciata io..
     
  3. Io riporto esperienza personale sul DPF di una Focus con motore gruppo PSA. Arrivato a 100k km non riusciva più a rigenerarsi vuoi perchè mio padre non la tenesse su durante la rigenerazione o perchè il motore nasceva come E4 forzato ad E5 (come in altri casi di Mazda e Volvo che condividevano questo motore). Abbiamo più volte provato a fare la rigenerazione statica forzata in officina perchè andava in recovery tagliando potenza e turbina: risolto zero dopo 20k km di tentativi. Provando con un filtro DPF di un'altra Focus la situazione non migliorava quindi alla fine siamo stati obbligati a rimuoverlo con successiva esclusione da centralina che inspiegabilmente ogni tanto continuava a cercare di fare rigenerazione. Dopo 180k km mio padre ha venduto una Focus per sfinimento oltre per il fatto che non ci si riusciva più a fidare: quando sei in statale, stai superando e ti entra in recovery non è una bella esperienza.
    Per cui sono d'accordo con chi dice "tolgo il DPF e flangio EGR quando mi daranno noia" perchè come nel caso di mio padre anche sostituendolo non ha risolto ed ha dovuto vendere una macchina da 25k dopo 9 anni esclusivamente per problemi con un dispositivo antinquinamento.
    Probabilmente le casi madri non hanno fatto test di resistenza ed avrebbe più senso magari mettere l'operazione di sostituzione del filtro DPF ad un certo chilometraggio per escludere problemi del genere.

    Secondo me al momento i contro superano i pro nonostante l'unica esperienza l'abbia avuta con una macchina del 2009 ma vedo che continuano a persistere queste condizioni:
    - uno deve tenere "su di giri" il motore e/o deve prolungare il tragitto quando inizia il ciclo di rigenerazione
    - per aumentare la temperatura fino 700°C vengono effettuate delle post-iniezioni di gasolio con aumento dei consumi e diluizione dell'olio con gasolio
    - le emissioni sono veramente così basse anche durante i cicli di rigenerazione?

    PS: non sto facendo una guerra ai diesel ma sono felice di poter usare un'auto a benzina/GPL siccome il mio chilometraggio annuo è di circa 15k km
     
  4. Rispettivamente:
    - no, sulle vetture recenti la rigenerazione avviene in maniera praticamente trasparente, non te ne accorgi neppure
    - se usi l'auto solo per brevi tragitti e non lo fai andare in temperatura si, altrimenti le rigenerazioni avvengono velocemente con aumenti trascurabili di consumi
    - durante la rigenerazione aumentano un pochino, ma rimangono sempre sotto il valore che avrebbero senza FAP
     
  5. Con "su di giri" non intendevo a limitatore ma intorno a 3000 giri. Sulla Focus me ne accorgevo per un aumento di 200 giri circa.
    Solitamente si facevano tratte extraurbane di 30/40 km e quando si rigenerava o scalavi la marcia o mi diceva "vatti a fare un giro" :D
    A parte gli scherzi il DPF ti porta poi a dover guidare in una determinata maniera o obbligarti a percorrere un tragitto differente per evitare una rigenerazione incompleta.
     
    A gigi83 piace questo elemento.
  6. Mai successo con la mia euro 6, mai avuto spie accese, mai accorto di rigenerazioni.
     
    A broken piace questo elemento.
  7. I problemi iniziano a averli a parecchi km ora in officina si fanno le euro 5 Sopra i 200 mila km solo che su macchine con quel km e vecchie 8/10 anni non vanno a spendere molto per ripararle euro5/6 le hanno ottimizzate un po’ mettendo subito sotto i collettori e cambiando gestione e danno meno problemi comunque il gruppo fca e quello che ha meno problemi gli altri danno più problemi...
     
    A andrea-cesenat piace questo elemento.
  8. Perchè a 150.000 km il FAP andrebbe cambiato, e non ci sono solo i ricambi originali, ma anche quelli equivalenti che costano meno.
     
  9. Non costano molto meno 1000 euro li spendi.. toglierlo costa molto meno per il cliente poi che sia meglio non toglierlo su questo non ci piove
     
  10. Anche i depuratori degli scarichi fognari costano, come costa smaltire la spazzatura, ecc. Ecc.
    Sono costi necessari, alla fine 1000€ dopo 150.000 sono un costo accettabile se rapporto ai km.
    In ogni caso lo stato dovrebbe controllare e punire severamente le scorciatoie, è interesse di tutti.
     
    A zagros piace questo elemento.
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
(Sondaggio) Motore elettrico come locomozione Ecologia 23 Dicembre 2018