(Sondaggio)FAP/DPF: uno strumento utile o solo un bluff?

Discussione in 'Ecologia' iniziata da AlexMi, 11 Dicembre 2018.

?

Cosa ne pensate del filtro antiparticolato dei Diesel?

  1. Il filtro antiparticolato è utile

    33.3%
  2. Il filtro antiparticolato non è utile

    8.3%
  3. Non so

    0 valutazioni
    0.0%
  4. È utile ma ha bisogno di migliorare

    58.3%
  1. La gente fa fatica a farti cambiare olio e filtri figurati se gli dici che deve spendere più di mille euro per poi non essere sicuro che risolve al 100%.... sono d’accordo con te che non andrebbe tolto ma le auto vecchie valgono nulla...
     
    A andrea-cesenat e ziopalm piace questo messaggio.
  2. per alcuni 1000 euro sono lo stipendio di più di un mese...
     
    A gigi83 e andrea-cesenat piace questo messaggio.
  3. Io vedo nel piazzale dove lavoro che siamo sui 27/28, col motore a benzina ci conti in una mano tra gpl/metano o solo a benzina ...il resto tutto diesel.
    È un divertimento alla mattina vedere almeno 5 se non di più al minimo che stanno facendo la rigenerazione...
    L'euro 6 6a 6b... danno meno problemi perché fanno la rigenerazione forzata nei momenti ideali, quando la tieni allegra, la stai scannando.
    Molto dei problemi comunque è la EGR, con l'olio che trafila dalle valvole, turbo si crea una melma che ostruisce i canali e non fa altro che fare lavorare male con le conseguenze del poi...
    I camion hanno solo un FAP e un'impianto di urea escludendo il motore per il trattamento dei gas espulsi, evitando diluzione di olio con gasolio, EGR che si incanta, svirl che se non si staccano, possono bloccarsi o aperte o chiuse.
    Eppure a dispetto delle auto hanno molti meno problemi, macinano kmt che se li demoliscono per vecchiaia hanno percorso mediamente 2.000.000 di kmt e non fumano, quindi una riflessione bisogna anche farla...
    Non sarà che nelle auto hanno voluto fare un discorso sulla manutenzione?
    Gran parte delle autofficine lavorano con i diesel tra debimetro, EGR, sensore di pressione, ormai si va a memoria e ogni volta sono cifre per il cliente.
    Io non mi scandalizzo se poi decidono di cavarlo insieme al resto, perché sono stipendi che volano e non hanno un'auto affidabile, pur andando contro la legge.
    Poi c'è un osservazione da fare, un diesel per lavorare bene, deve lavorare da una certa cilindrata in poi, diciamo come base un 1.8, perché non è normale vedere cedere le bronzine a 56000 kmt in un 1,2 o le valvole che si sbeccano in un 1.3 (non faccio nomi di marche, è generale), cioè le cilindrate piccole hanno un sacco di problemi anche meccanici...
    Io invito AlexMi a non essere sempre polemico, perché castronate economiche nelle auto le hanno fatte e continuano a farle.
     
    A merk e ziopalm piace questo messaggio.
  4. Intanto si è passati dalle affermazioni e false convinzioni che il FAP inquina di più alla affermazioni che è caro da sostituire.
    Abbiamo fatto un passo avanti, neanche tanto piccolo viste le premesse.
    Si sta facendo la guerra al diesel per il particolato, quando una vettura in ordine con il FAP ne emette pochissimo.
    L'aspetto debole del diesel è proprio la facilità con cui le persone lo possono rimuovere: è li che bisogna intervenire, altrimenti quelli che pensano di risparmiare 1000 € ne dovranno spendere molti di più per comprare una auto nuova che consumerà molto di più perché a benzina.
    Poi si, andrebbe ridotto il costo dei ricambi, indubbiamente.
     
    A zagros piace questo elemento.
  5. #285AsdasdGiulia,22 Marzo 2019
    Ultima modifica: 22 Marzo 2019
    Penso che il vantaggio principale dei camion è che macinano chilometri su lunghe tratte, per cui tutto il sistema si trova a lavorare nelle condizioni di temperatura ideali.
    Sulle auto diesel moderne si fa spesso l’errore di pensare che il loro problema sono i bassi chilometraggi annui: in realtà il problema principale sono le tratte brevi o a bassa andatura dove il filtro ed il motore faticano ad andare in temperatura, le auto diesel dovevano essere sconsigliate da anni a chi fa pochi km alla volta (invece la verità è che fino a meno di un anno fa una macchina a benzina oltre una certa dimensione era invendibile a priori e veniva sconsigliata dai venditori), dire che un diesel è sconsigliato a chi fa meno di 10K-15K-20K km non risolve i problemi se poi chi lo usa ne fa 5 alla volta. Io ne faccio pochi a livello annuo, ma quando la uso 4 volte su 5 faccio 15/20 km ed infatti a me la spia del filtro non si è mai accesa in due anni.
    Che tutto il discorso sia riconducibile alla volontà di portarci più spesso in officina come dici? Davvero non saprei che dire, ma anche le auto a benzina sono ormai delicate, per esempio le turbine cedono più facilmente a causa delle temperature più alte.

    Sui piccoli diesel non riesco a schierarmi contro, le mie esperienze sono tutt’altro che negative a parte soltanto una congenita pigrizia a bassi regimi, che poi siano stati usati sulle utilitarie ed usate spesso in città è un altro discorso.

    La cosa ridicola è che tutto il parapiglia contro i diesel si è scatenato quando la maggior parte dei problemi sono stati risolti con le euro 6, forse gli improvvisi benpensanti dovevano già muoversi prima.
     
    A ziopalm e broken piace questo messaggio.
  6. Io tra i punti a sfavore del DPF/FAP ho riportato i problemi al filtro in seguito ad intasamento che obbliga la sostituzione od alle rigenerazioni "fastidiose" quando si arriva a destinazione: che poi interessi solo altri marchi e non Alfa/FCA non saprei e sono felice che E6 siano meno soggetti a tali problematiche.

    Sarebbe magari consigliabile spiegare maggiormente ai clienti cosa comporta avere dpf e relativa manutenzione che potrebbe contenere il fenomeno "ex dpf" o esborsi ingenti per sostituire i filtri.
    Un po' come chi ha auto con impianto GPL per cui è consigliabile girare a benzina ogni 2 pieni di GPL e che ogni 10 anni va fatta la sostituzione del bombolone: è consapevole delle spese che dovrà sostenere.
     
    A AsdasdGiulia piace questo elemento.
  7. Il problema interessa tutti i marchi, credo proprio nessuno escluso. Vero è che con gli euro 6 le cose siano migliorate molto.

    Purtroppo sono per vendere, il massimo che arrivano quando va bene è dirti se quella configurazione sarà facilmente rivendibile per come vanno le cose in quel periodo, quando ho preso la mia ho accennato al venditore del benzina...”per carità, se la vuoi rivendere non te la prende nessuno”, erano solo 2 anni fa
     
    A andrea-cesenat e broken piace questo messaggio.
  8. I benzina avranno sempre problemi di consumi muovere un suv che è pesante e poco aereo dinamico ci vuole coppia e potenza che il benzina ha solo con grosse cilindrata con consumi di conseguenza a nessuno piace pagare la benzina 1.70 e fare 5/6 al litro quelli che se lo possono permettere sono pochissimi... ma chi prende 1000 euro al mese vuole essere al pari degli altri e vuole suv!!! Usato ma suv ovviamente diesel!!! Poi piangono perché i ricambi e manodopera costa più è grande auto più spendi...
     
    A zagros piace questo elemento.
  9. Esattamente.
    Infatti personalmente faccio pochi km all'anno perchè mi muovo molto con i mezzi pubblici, ma quando uso l'auto lo faccio per tratte medie o medio-lunghe, per questo ho preso diesel pur facendo pochi km.
    Il risultato è zero problemi, coppia a volontà in qualsiasi situazione, consumi onestissimi.
     
  10. Concordo: purtroppo molti concessionari puntano solo a vendere per completare gli obiettivi fregandosene di spiegare eventuali criticità o dare consigli sull'utilizzo. Io ricordo benissimo quando io e mio padre andammo ad acquistare la Focus: io ero per il 2.0 E4 mentre il venditore voleva vendere a tutti i costi il 1.6 E5 DPF. Quando io elencai i motivi che ho riportato in precedenza mi rise in faccia dicendo che erano fesserie e che sicuramente ne capiva ben più di me siccome era il suo mestiere.

    Come riportato anche da altri utenti, molti automobilisti è già tanto che facciano sostituire l'olio per cui questi problemi non possono che aumentare di numerosità: alla fine basterebbe poco per indirizzare il cliente al giusto prodotto e spiegare come evitare una serie di problemi dando dei consigli. Alla fine ne va di mezzo sia la loro faccia che la casa costruttrice ed è difficile che il cliente si fidelizzi.
     
    A andrea-cesenat e zagros piace questo messaggio.
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
(Sondaggio) Motore elettrico come locomozione Ecologia 23 Dicembre 2018