rotte turbina, pompa olio e motore fuso!!!

Non esistono tabelle con valori di temperatura valide in assoluto, anche se ogni tanto qualcuno ci prova a parlarne in termini generali. Dipende dal motore. La tabella che ho pubblicato e che si riferisce alla Yaris è totalmente diversa rispetto a quella che era sul LUM della mia Beta coupè (a parte che ovviamente non contemplava lo 0w20 che non esisteva). Poi puoi vedere che dalla tabella della Yaris lo 0w20 arriva ad oltre 38° di temperatura ambiente. Se fosse vero che lo 0w20 arriva solo a 20° in Italia (ma non solo in Italia) avremmo camionate di auto fuse
Perdonami ma preferisco prendere per buone le tabelle dei costruttori di oli che quello che hai postato tu della Yaris.....perchè reputo poco probabile che 0W20 arrivi ad oltre 38°, allora lo 0W40 a quanto arriva?
 
reputo poco probabile che 0W20 arrivi ad oltre 38°
Non è una caratteristica dell'olio, ma del progetto. Dipende dall'efficacia dello scambio termico tra olio e ambiente con tutta la catena di passaggi che ci sta in mezzo.
Paragonare una tabella di un modello diverso da quello di cui stiamo parlando non ha valenza se non per comparazione trai vari oli, ma poco indivativa
 
  • Like
Reactions: ciomauro
Non è una caratteristica dell'olio, ma del progetto. Dipende dall'efficacia dello scambio termico tra olio e ambiente con tutta la catena di passaggi che ci sta in mezzo.
Paragonare una tabella di un modello diverso da quello di cui stiamo parlando non ha valenza se non per comparazione trai vari oli, ma poco indivativa
ma infatti io paragono le tabelle dei produttori di olio, non quelle delle case costruttrici.....non ho postato io la pagina Toyota!
 
Il costruttore di fatto stabilisce la temperatura d'esercizio dell'olio dimensionando lo scambiatore olio acqua che determina la differenza di temperatura tra olio e refrigerante in condizioni limite e nell'esercizio ordinario. per quanto mi è noto i costruttori tendono a mantenere l'olio ad una temperatura di circa 120-140 gradi centigradi, in questo modo possono conoscere la viscosità cinematica in esercizio partendo da quella dichiarata a 100 gradi.
Rispetto ai vecchi sistemi di scambio termico diretto con l'aria ambiente si tratta di un salto di qualità enorme che consente di utilizzare olii anche molto sensibili alle alte temperature, vero tallone di achille degli attuali olii di sintesi carichi di additivi.
Ho notato che sotto carico la stelvio, in estate in salita con il condizionatore acceso vivace e con 40 gradi di temperatura ambiente , fà salire la temperatura olio di una tacca, mi riproponevo di conoscere l'incremento di temperatura reale dell'olio, ma non mi sono più capitate situazioni simili.
Certo con gli scambiatori olio acqua se l'impianto di raffreddamento del liquido refrigerante entra in ebollizione anche l'olio non riesce più a scambiare e sale vertiginosamente di temperatura; quindi il vero punto critico diventa lo scambio termico acqua aria, che ovviamente è molto più difficile di quello tra due fluidi.
 
  • Like
Reactions: viper307
Gli scambiatori avranno tutti i pregi del mondo,ma io preferisco il classico radiatore dedicato per ogni utilizzo. Se si rompe lo scambiatore del cambio automatico , dopo pochi km hai un bel danno al cambio. Idem se si rompe quello dell'olio motore. Inoltre dipendono tutti dal radiatore acqua e suo circuito.
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
certamente, solo che per quanto riguarda l'olio motore il vantaggio di cedere il proprio calore al fluido di raffreddamento è importante per garantire nei fatti un sistema che svolge funzione di tampone termico per le fluttuazioni termiche di breve e media durata.
In teoria riducendo le fluttuazioni termiche puoi permetterti un fluido olio di sintesi con caratterstiche completamente differenti rispetto al grossolano derivato del petrolio che esce dalla parte più bassa della torre di cranking che eravamo usi impegnare negli anni ottanta.
Quando ero più giovane trovare un olio con una buona fluidità a freddo era rarissimo e sui motori honda moto un 5w40 si sentiva in avviamento, nessuno avrebbe mai immaginato che si potesse trovare di meglio di quel super multigrado semi sintetico dal costo almeno per i tempi elevato.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Cristian. S
sui motori honda moto un 5w40 si sentiva in avviamento, nessuno avrebbe mai immaginato che si potesse trovare di meglio di quel super multigrado semi sintetico dal costo almeno per i tempi elevato.
ora sulle moto Honda "normali" si usa 10w30

comunque come speghi che chi è passato al 0w30 ha notato che la quinta spia temperatura olio non si accende quasi più mentre con 0w20 basta una salita di alcuni km in estate con poco gas per farla accendere
 
  • Like
Reactions: viper307
Mamma mia quanti teoremi e dibattiti sul nulla. Io continuo a dire che lo 0w20 di casa madre va messo come da tabella manutenzione......la differenza la fa sempre e solo utilizzo del mezzo....io in estate mi son fatto quasi 4000 km a pieno carico e qusi 50 gradi e piede pesante con olio con già 10000 km. Ho fatto tagliando pochi gg fa e l olio era inbuone condizioni e a livello.....ho visto auto con stessi anni e 80000 km che erano a pezzi .......macchine usate male e maltrattate .....a fianco la mia una di queste aveva dischi finiti , problemi adblue e collettore difettoso......stesso anno e 40000 km meno. Io i dischi originali ancora buoni e pastiglie post originali al 60% e le anteriori cambiate a 80000 le ricambiano a 140000. Motore acceso a minimo il mio è perfetto , l altro un rumore da trattore.......stessa auto stessi anni stessa assistenza ma utilizzatore diverso
 
Perdonami ma preferisco prendere per buone le tabelle dei costruttori di oli che quello che hai postato tu della Yaris.....perchè reputo poco probabile che 0W20 arrivi ad oltre 38°, allora lo 0W40 a quanto arriva?
Quello che ho postato io per la Yaris, va bene... per la Yaris, non per altre auto. Comunque ti perdono perché sono notoriamente magnanimo, ma io preferisco attenermi alle indicazioni e quindi alle tabelle del costruttore del motore specifico che sto considerando che non fare riferimento a tabelle generiche che "dovrebbero" essere valide per tutte le auto dalla Yaris alla Lamborghini Huracan, passando anche per un Landini. Senza considerare che continuiamo a fossilizzarci sulla gradazione SAE, ignorando tutte le altre caratteristiche e specifiche degli oli.
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
ma infatti io paragono le tabelle dei produttori di olio, non quelle delle case costruttrici.....non ho postato io la pagina Toyota!
Infatti è per questo che ti avevo chiesto di pubblicare una tabella relativa alla Giulia (che io non ho mai visto) e non una tabella generica che secondo me vale meno di niente perché pensare che esista una tabella valida in assoluto per tutti i motori ha poco senso.