HVO Carburante diesel pareri

Tutti si aspettano che ogni prodotto sia stato ben pensato e sperimentato, ma poi nei primi anni della prova sul campo a volte mettono in luce delle mancanze da colmare (vedi bluediesel).
Stiamo tutti qui a vedere.
La sperimentazione in laboratorio ed impianti pilota è massiccia ma hai ragione scrivendo che poi, sul campo, ci sarà la vera verità. Altrimenti avremmo auto esenti da qualsiasi difetto. Io ho consumato un serbatoio e mezzo. Poco, ma vediamo come va, anche perchè la mia vettura alterna periodi di fermo di circa 5/6 giorni. Al minimo accenno tornare indietro è un attimo.
 
  • Like
Reactions: danardi
Ma se l’acqua si “scioglie” col sint-gasolio i filtri separano poco e tutti i calcoli del potere lubrificante vanno a farsi benedire oltre a ricca “ruggine” fiorente

Il problema non è all'interno del circuito di iniezione ma nel serbatoio.

Una volta che il carburante supera il filtro, si presume sia "puro" e privo di contaminazione, non a caso i problemi succedono quando il filtro carburante non funziona più correttamente.

I filtri, se in ordine, funzionano eccome.
 
  • Like
Reactions: gigalfa e VURT
Altrimenti non avrebbero senso tutti i filtri presenti, infatti proteggono da eventuali.
 
  • Like
Reactions: VURT
È sempre meglio non avere il serbatoio pieno o quasi pieno e auto ferma. Questo potrebbe causare problemi di morchia nel serbatoio. Questo vale sia per il gasolio tradizionale, perché contiene del biodiesel e sia per l’HVO.
Se poi si aggiunge un additivo al gasolio, ogni 3/5 mila chilometri, si riduce ancora di più il rischio di deposito di morchia
 
  • Like
Reactions: gigalfa
gli additivi servono a maggior ragione nei complessi motori moderni, ci aiutano nella prevenzione di problemi, addirittura ci salvano da guasti/rotture.
 
  • Like
Reactions: VURT
gli additivi servono a maggior ragione nei complessi motori moderni, ci aiutano nella prevenzione di problemi, addirittura ci salvano da guasti/rotture.
Esatto, perchè oltre a mantenere il tutto pulito, sopperisce alla scarsa lubrificazione del gasolio, quindi l’impianto di alimentazione lubrificato non avrà problemi di usura precoci
 
  • Like
Reactions: gigalfa
Partiamo dal principio che l'acqua è sempre presente in tutti i carburanti ed esiste una norma di legge riguardo la presenza massima di acqua nel carburante . Purtroppo l'acqua si forma anche nel serbatoio della vettura per la condensa durante il raffreddamento del carburante a vettura ferma
Il problema è che il sint gasolio HVO è meno idrofobico rispetto al gasolio minerale, quindi il classico sistema di separazione per decantazione funziona meno bene. Non è dato sapere se il sistema di filtro con rete microporosa di polimero plastico trattato dei filtri "h2o" di ufi, sia in grado di favorire la separazione dell'acqua anche nel gasolio sintetico.
Daltronde quando è stato progettato il sistema di alimentazione di giulia e stelvio si pensava che la rete microporosa separatrice presente nel filtro avrebbe eliminato tutta l'acqua nel gasolio minerale garantendo una maggior protezione contro eventuali contaminazioni del carburante e preservando la pompa cp4.
In ogni caso la densità inferiore del gasolio HVO consente un maggior margine per additivare con olio 2t marino ed il vantaggio del maggior numero di cetano dovrebbe garantire una buona combustione dell'olio additivato.
 
È sempre meglio non avere il serbatoio pieno o quasi pieno e auto ferma. Questo potrebbe causare problemi di morchia nel serbatoio. Questo vale sia per il gasolio tradizionale, perché contiene del biodiesel e sia per l’HVO.
Se poi si aggiunge un additivo al gasolio, ogni 3/5 mila chilometri, si riduce ancora di più il rischio di deposito di morchia
Però meno superficie libera hai nel serbatoio, meno ci sarà accumulo di acqua da condensazione. E miglior raffreddamento del circuito di alimentazione. Purtroppo non si può avere tutto. Ad esempio in aviazione i serbatoio vengono sempre riforniti anche se l'aereo finisce hangarato. Poi li ci sono i controlli batterici quotidiani ed altre accortezze...
 
  • Like
Reactions: beppe_qv e VURT
Però meno superficie libera hai nel serbatoio, meno ci sarà accumulo di acqua da condensazione. E miglior raffreddamento del circuito di alimentazione. Purtroppo non si può avere tutto. Ad esempio in aviazione i serbatoio vengono sempre riforniti anche se l'aereo finisce hangarato. Poi li ci sono i controlli batterici quotidiani ed altre accortezze...
Anche questo è vero, però per quanto riguarda gli aerei c’è un motivo in più. Loro subiscono sbalzi termici molto più importanti rispetto alle auto
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Anche questo è vero, però per quanto riguarda gli aerei c’è un motivo in più. Loro subiscono sbalzi termici molto più importanti rispetto alle auto
Si. Questo in volo, dove il carburante comunque viene bruciato. A terra i controlli vengono eseguiti in stoccaggio, prima di rifornire l'autobotte.
 
  • Like
Reactions: VURT
X