Mappatura motore

Lo stage 1 è la mappatura base, e con quella prendi 210cv, anche di più. Fatta da Power king 2 settimane fa, usciti 217cv da banco. Mappa non aggressiva, la macchina sembra andare davvero bene
 
Buongiorno a tutti ragazzi, c'è qualcuno che ha fatto la mappatura Stage 2 su Giulia Veloce 2.2 Diesel da 210 cavalli? Mi saprebbe dire gentilmente che tipo di interventi è necessario effettuare?
Grazie.
Passo numero 1: trovare un mappatore di cui potersi fidale (esperienza, affidabilità, dimestichezza col tuo modello, onestà)
 
Per la mappa sul 209cv mjet devi prestare molta attenzione perchè al massimo puoi racimolare un 15cv in più senza intervenire sul dpf. Smontando il dpf raggiungono i 250cv, ma considera che i 100cv/litro sono un limite serio per un motore diesel sovralimentato. Tutta la componentistica verrebbe sottoposta ad uno stress meccanico notevole compromettendone seriamente l'affidabilità.
Sinceramente se non vi bastano i 209cv del diesel fatevi un grande regalo e comprate un benzina, almeno il progetto nasce per il 280cv ed un upgrade a quel valore di potenza vede il motore già adeguatamente dimensionato in sede di progetto.
Il 280 rispetto al 200 benzina ha solo due scambiatori aria in più al lato del blocco radiatori per migliorare l'efficacia dell'intercooler aria acqua montato sul collettore di aspirazione.
Per i 150-160-180 diesel che puntano ai 210cv, la logica è che il motore ha una progettazione dei carichi sicuramente adeguata, ma FCA ha pensato bene di eliminare il secondo circuito di raffreddamento con pompa elettrica. L'altra differenza è la presenza del sensore delle velocità di rotazione della turbina che evità di combinare guai affondando il chiodo.
Sembra una banalità, ma la pompa elettrica continua a girare per un paio di minuti dopo lo spegnimento, la pompa meccanica invece si ferma quando si ferma l'albero motore, ad intelligenti pauca.
QUesti motori sembrano giocattoli per tuner della domenica, in realtà ricordatevi che in sede di progetto nessuno regala niente, perchè sovradimensionare costa.
 

Allegati

  • vano_motore.jpg
    vano_motore.jpg
    74.9 KB · Visualizzazioni: 51
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Semplificando molto esistono 2 filoni di discussioni parallele su questo motore: da un lato quelli che avrebbero voluto ancora più CV (che poi la potenza di punta sui diesel sinceramente è il meno della goduria, se non sapete apprezzare l'enorme coppia non ve lo meritate :D ) e quindi più sofisticazione del motore, dall'altra quelli che si lamentano delle sofisticazioni introdotte rispetto al glorioso vecchio jtdm.
Son d'accordo che se si guarda solo ai CV meglio i benzina
 
  • Like
Reactions: gigivicenza
Infatti, io ho mappato, ma so bene che è meglio non esagerare. Faccio qualche sorpasso più "sprintoso" ed è questo ciò che mi serviva. Non faccio tirare senza senso e prima si spegnerla se faccio un po' di autostrada aspetto qualche minuto. Ma si, il tuo discorso è giustissimo, se uno mappa da diesel convinto di avere una 210 pura stirando il collo, può fare dei gran bei danni.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: rickrd
Semplificando molto esistono 2 filoni di discussioni parallele su questo motore: da un lato quelli che avrebbero voluto ancora più CV (che poi la potenza di punta sui diesel sinceramente è il meno della goduria, se non sapete apprezzare l'enorme coppia non ve lo meritate :D ) e quindi più sofisticazione del motore, dall'altra quelli che si lamentano delle sofisticazioni introdotte rispetto al glorioso vecchio jtdm.
Son d'accordo che se si guarda solo ai CV meglio i benzina
Il problema è solo capire che, quando si chiedono ad un diesel 2.2 gli stessi cavalli che ieri si trovavano sul 4.2litri vm 6 cilindri in linea a pompa rotativa e l'altro ieri sul 10litri v8 caterpillar, è necessario attingere alla tecnologia a piene mani spesso avvicinandosi molto al limite di progetto se non ai limiti della fisica.
Io ho avuto ben cinque vetture con un 2.2 diesel in sequenza con potenze 150cv ,177cv, 177cv, 200cv ed oggi 210cv.
E' chiaro che il risultato odierno è entusiasmante, ma l'utente deve anche capire che la sua macchina non monta più un motore indistruttibile progettato per un milione di km e che ormai deve prestargli le attenzioni che si devono ad un motore per autotrazione leggera.
Se poi vogliamo credere che alfa romeo non abbia cercato il massimo possibile compatibilmente con l'affidabilità, non abbiamo compreso il pensiero che animava i centri di progettazione di alfa romeo qualche anno fà.
Sull 210cv hanno montato il sensore giri della turbina, forse perchè quel sensore serve per evitare di rompere il turbocompressore portandolo oltre il massimo della velocità di rotazione di progetto della turbina, cosa che anche senza sensore sicuramente non succede usando lo stile di guida della nonna.
Il temerario che ha messo mano alla vostra ecu motore si è premurato di montare il sensore giri nell'apposita sede della vostra turbina? se guardate la chiocciola di aspirazione sono tutte predisposte.
Non dimentichiamoci che fca non ha mai installato questi motori sulle sue vetture di marchio generalista o su quelle del gruppo jeep, forse perchè il progetto mal si adattava ad una macchina di uso ordinario.
Poi se torniamo al discorso che l'auto non è mia perchè è del nlt cui pago la rata di noleggio mensile, allora cambia tutto.
 
Ultima modifica:
Il temerario che ha messo mano alla vostra ecu motore si è premurato di montare il sensore giri nell'apposita sede della vostra turbina? se guardate la chiocciola di aspirazione sono tutte predisposte.
Questo sarebbe un piccolo ed intelligente upgrade da fare, sempre se è fattibile il collegamento elettrico del sensore senza smontare mezzo impianto elettrico..
Anche io stavo pensando di mappare la mia 180 Q2, sempre qualcosa di soft, solo per sbloccare il motore, ma leggo che i pro e i contro sono tantissimi su quest'auto a differenza della mia vecchia GT
 
  • Like
Reactions: ricc e andreanero
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Questo sarebbe un piccolo ed intelligente upgrade da fare, sempre se è fattibile il collegamento elettrico del sensore senza smontare mezzo impianto elettrico..
Anche io stavo pensando di mappare la mia 180 Q2, sempre qualcosa di soft, solo per sbloccare il motore, ma leggo che i pro e i contro sono tantissimi su quest'auto a differenza della mia vecchia GT
semplicemente fatto il progetto originale della 209cv e stabilito che quella era la potenza massima compatibile con l'affidabilità è stato chiesto al progettista di realizzare delle versioni depotenziate eliminando quanto più possibile per contenere il costo di costruzione.
Ed ecco che è venuto via tutto il secondo circuito di raffreddamento con il raffreddamento separato della turbina e dello scambiatore aria acqua spinto da pompa elettrica ed il sensore di velocità della turbina.
Certo per motivi di ottimizzazione della produzione i pistoni sono uguali, ma hanno rimosso tutto quello che era stato imposto dalla necessità di raggiungere alte potenze e che il depotenziamento rendeva non più necessario.
Per il motore benzina la dieta dimagrante del 200cv ha comportato la rimozione dei due scambiatori ai lati che contribuiscono, oltre allo scambiatore centrale, al raffreddamento del fluido del magnifico scambiatore aria acqua sul collettore di aspirazione e la turbina. In definitiva volendola riportare ad un valore adeguato all'impianto residuo forse sarebbe meglio non spingersi oltre i 250cv, oppure bisognerebbe rimontargli gli scambiatori laterali, operazione non troppo onerosa.
 
  • Like
Reactions: alfettone001