Scoppiettio - Alfa 33 1.5 Q.V. a carburatori

Discussione in 'Boxer Carburatori' iniziata da lander, 13 Febbraio 2016.

  1. Salve a tutti, mi trovo alle prese con una serie di problemini sulla mia nuova 33 1° serie 1.5 quadrifoglio verde di cui sono diventato da poco il (nonostante tutto felice) possessore ; oltre ad un altro paio di post che ho aperto in altre sezioni, riguardo il motore, ho una serie di perplessita :
    • Dopo una buona accelerata, in rilascio (quindi lascio il pedale dell'acceleratore), dopo una scalata di marcia che faccia salire parecchio i giri o anche semplicemente su delle lunghe discese (autostrada) percorse a marcia inserita ma senza accelerare si sente distintamente una specie di scoppiettio... sembra provenire da sotto l'auto, anche se non riesco a distinguere bene se anteriore o centrale. Inizialmente avevo pensato fossero battiti in testa ma (credo) che sia improbabile in condizioni di rilascio dell'acceleratore (??) Cosa potrebbe essere ? Preannuncio che il terminale di scarico è stato cambiato da meno di un anno e, ad occhio, è come nuovo.
    • Aprendo il vano motore mi sono accorto che dalla scatola del filtro aria, sulla destra (il lato della vaschetta liquido refrigerante) vi sono due manicotti, uno superiore ed uno inferiore ; quello di sopra l'ho trovato girato verso il motore stesso (o_O), ed ho provveduto a staccarlo e riattaccarlo nel senso opposto, dove c'è un gancio che sembra fatto apposta per farcelo entrare, orientato verso la griglia di areazione (quindi prende aria dall'esterno in questo modo) ; spero di non aver fatto male ! Il secondo manicotto, quello inferiore, sembra staccato, ovvero c'è una prima parte di manicotto che fuoriesce da un raccordo della scatola filtro aria, però finisce "tronco" nel senso che non và da nessuna parta ma a distanza di una decina di centimetri c'è un tubo che non si raccorda a nulla (che và poi sotto il motore) ; ho pensato che questi due (tubo e manicotto) andrebbero raccordati ma non ne sono sicuro non sapendo cosa sono, quindi per ora li ho lasciati così. Sapreste dirmi 1) a che servono i due manicotti e 2) come e dove devono andare ??
    • Ultima anomalia : (premessa, l'auto ha l'impianto gpl che stò seriamente pensando di far smontare, pur capendo le ragioni del precedente proprietario nel montarlo preferirei fosse senza XD) ho guidato l'auto solo due o tre volte da quando l'ho presa (mancanza di tempo causa lavoro :p ) ed in queste poche volte mi è sembrata mooooolto legata (raggiungeva a fatica i 3000/3500 giri dopodichè non aveva più alcuno spunto e bisognava "per forza" cambiar marcia se non si voleva restare inchiodati) sopratutto rispetto ad una 33 che ho avuto in passato (1.3s, sempre prima serie). Quest'oggi decido di provare un pò come và a gpl ; detto fatto passo a gpl, sento il tic da dietro il portabagagli della valvola.. poche centinaia di metri e mi accorgo che la bombola era praticamente vuota (singhiozzi del motore) ; dannazione è rotto anche l'indicatore del gpl XD, in ogni caso subito ripasso a benzina, tutto ok, l'auto va... provo a dare un'accelerata e, magia, il motore spinge molto più di prima, fino anche ai 5000/6000 giri O_O, ma sopratutto... diamine finalmente accelera XD !!! Ora.. ok son contento che vada meglio ma... questo fenomeno un pò mi preoccupa, cosa può essere avvenuto ? Cosa posso (o posso fare) controllare ?

    Scusate per il papiro ma sono davvero alle prime armi (ma ho tanta voglia di imparare :p )!
    Grazie a tutti in anticipo :)
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Liquido refrigerante Alfa Romeo 33 Boxer Carburatori 13 Dicembre 2016
    Alfa 33 Quadrifoglio Oro boxer doppio corpo candele???? Boxer Carburatori 3 Marzo 2015
    Alfa 33 1.3 boxer carb. - olio motore Boxer Carburatori 21 Ottobre 2011

    • Lo scoppiettio in rilascio era una caratteristica della 33 QV, dovuto perlopiù alle caratteristiche "spinte" del motore...per scrupolo verifica la tenuta dell'impianto di scarico e se è a posto non preoccuparti più di tanto.
    Se proprio vuoi essere pignolo, visto che la macchina è dotata di impianto a GPL fai controllare le compressioni e la regolazione del gioco valvole...





    • La 33 dispone di una presa d'aria "termostatata" ossia a seconda delle condizioni climatiche preleva aria dal collettore di scarico o dalla presa esterna... controlla che i tubi siano posizionati in queste modalità.




    .:stretta:.
     
  3. Grazie per la pronta risposta :p !
    Per il controllo di compressioni e gioco valvole è meglio rivolgermi direttamente ad un meccanico "impiantista" , cioè specializzato su conversioni a GPL secondo te ?

    Per quanto riguarda la presa d'aria "termostatata" , uno dei manicotti (il superiore) prima era rivolto all'interno del motore (ora l'ho rigirato verso il muso, quindi verso la presa d'aria.. dovrei aver fatto bene dunque, anche se devo fissarlo con delle fascette credo..), mentre il secondo mi sà che è "saltato" , nel senso che ho una metà di manicotto che finisce tronca accanto ai carburatori ed il tubo che và poi sotto al motore (a questo punto mi sà che và al collettore di scarico come mi dicevi tu). Ricollego manicotto e tubo e li fisso con delle fascette (se non sbaglio quelle "dell'epoca" si chiamavano "romablock" o qualcosa di simile) ?

    Per l'ultimo punto hai qualche idea (o la ha qualcun altro XD ) ?? Intendo il repentino cambio di prestazioni facendo un paio di passaggi da gpl a benzina e lo stato molto legato del motore prima di fare questi passaggi.

    Precisazione : quando il motore si è slegato dopo i passaggi benzina-gpl-benzina, a seguito di una buona accelerata, si sentiva come una sorta di risucchio d'aria dal motore, chissà forse sarà stato allora che è saltato il secondo manicotto (?) e se sì.. come mai ora che il manicotto è staccato l'auto sembra andare molto meglio pur producendo questo strano risucchio d'aria dopo ogni accelerazione :p ?

    Grazie mille per l'aiuto :) !!
     
  4. #4bobkelso,14 Febbraio 2016
    Ultima modifica: 15 Febbraio 2016
    Ciao, ti scrivo un papiro di accoglienza visto che hai appena preso l'auto..

    il test di compressioni cilindri lo può fare un buon meccanico o anche un hobbista scrupoloso,
    costo circa 20e non farti fregare se chiedono molto di più non sono seri..

    ..sarebbe utile in ogni caso fare questo test quando si aquista un'auto usata
    (come dice Maurizio ancora di più se ha girato a GPL), cos' hai un'idea se i 4 cilindri girano più
    o meno pari o c'è qualche guasto e per avere un'idea dell'usura generale del motore,
    però un meccanico potrebbe dirti se il motore gira a pari e se ha buona compressione
    anche già provando l'auto..diciamo che il test se fatto correttamente è più oggettivo..

    ..gli scoppiettiii in decelerazione erano tipici delle auto sportive (incroci camme spinti)
    e in particolar modo a carburatori (euro 0) o al limite iniezione euro 1 (alfa 33 ultima serie),
    in pratica c'è una parte di benzina ancora ncombusta che non si riesce ad evitare
    che venga scaricata nei collettori di scarico, dove si incendia scoppiettando..

    ..se sono petardate/spari forti magari hai una valvola bruciata (vedi test compressione di cui sopra),
    o una candela mezza andata o un sfiato da una guarnizione collettori come detto sopra,
    ma se sono scoppiettii moderati e continui sono normali, anzi fanno parte del bello delle auto d'epoca..
    sull' alfa 33 sono abbastanza musicali perchè ci sono 4 collettori si scarico separati lunghi 1 metro
    (che è uno dei metodi vecchia maniera per spremere qualche cv da un motore, vedi le motociclette)
    che praticamente amplicano il suono e risuonano come canne d'organo :) ..l'effetto diventa
    ancora più musicalmente scenografico se si montano dei collettori in inox e con pareti sottili..
    ..chiaro gli scoppiettii indicano che l'auto sta sprecando un po' di carburante in quanto
    priva di tutte le regolazioni e limitazioni elettroniche moderne..motori del secolo scorso..

    ..per il passaggio benzina-gpl, chissà magari avevi l'interruttore che era rimasto incantato,
    considera che dovrebbe avere anche una posizione intermedia (che in teoria chiuderebbe
    sia il gpl che la benzina, da usare nel passaggio da bemzia a gpl per svuotare icarburatori,
    ma anche qui magari una delle elettrovalvole aggiunte dall'impiantista sull'alimentazione
    che non chiude del tutto e con l'interruttore in posizione centrale l'auto va anche se strozzata?
    non so, fai una prova tu stesso con l'interruttore messo al centro se l'auto dopo un po' si spegne
    come dovrebbe o continua a marciare a bassa potenza..)..
    ..oppure hai "sturato" qualche passaggio nel circuito della benzina o nei carburatori,
    o anche è giusta la tua spiegazione..potrebbe essersi mosso un blocco di materiale
    espanso che viene viene messo nei condotti di aspirazione del cassonetto in plastica,
    quelli di cui parli nel tuo post..mi spiego:

    - di fabbrica il cassonetto ha il tubo grande rivolto verso il davanti, fissato a quell'anello che hai trovato
    tra faro sx e radiatore, e il tubo piccolo sottostante collegato ai lamierini che avvolgono i collettori di scarico,
    per aspirare aria calda quando una valvola termostatata (meccanismo molla + gelatina o gas) interna
    al cassonetto decide che l'aria è troppo fredda; cioè questa valvola devia l'aspirazione tra il tubo piccolo
    (in inverno/avviamento) e il tubo grande (temperatura normale o calda); dopo qualche anno la valvola
    si "scarica" e rimane bloccata con aspirazione sul tubo piccolo, per cui si fa la modifica di bloccarla
    nell'altra posizione (tubo grande) o almeno scollegare il tubo piccolo dai collettori, perchè se il motore
    aspira da un tubo piccolo e soprattutto aria calda capirai va di meno..

    - quando si montavano gli impianti gpl vecchio tipo (a polmoncino e fornelletto, senza iniettori)
    la resa a gpl migliorava restringendo la facilità del flusso d'aria in aspirazione (si aumenta il valore
    di depressione così il gas viene aspirato meglio, più regolare/lineare, dagli ugelli del fornelletto),
    questo a scapito della libertà di respirare del motore ad alti giri (è come aver montato
    un filtro aria un po' troppo chiuso), cioè a benzina si perde qualche cv; per fare questo
    in pratica l'installatore metteva un blocco di gommapiuma/materiale espanso nell'entrata grande
    del cassonetto (forse per questo il tuo tubo grande non era rivolto in avanti, in quanto forse è chiuso),
    bloccava la valvola in pos. aperta sull'entrata piccola e scollegava il tubo piccolo dai collettori per fargli
    aspirare aria fresca, visto che ora quel tubo diventava l'entrata principale/unica dell'aria per il motore;
    poi questa non è una regola, ogni installatore aveva i suoi metodi, e alcuni impianti con fornelletti
    più fortunati di altri funzionavano abbastanza bene anche senza restringere l'aspirazione del cassonetto;
    altra variante, gli installatori i più raffinati montavano una valvola con un cavetto manuale tipo freno di bicicletta
    per riaprire il condotto grande quando si va a benzina così da non perdere troppi cv (poi magari un paio di cv
    si perdono comunque per il fatto di avere i fornelletti posizionati sopra ai carburatori, per quanto ben fatti
    disturbano leggermente i flussi d'aria; gli impianti GPL moderni con iniettori invece non danno perdite di flusso);
    ispezionando il cassonetto potresti scoprire configurazioni differenti, comunque prima di modificare
    i tubi rispetto a come li hai trovati (cioè ricollegare il tubo piccolo ai collettori caldi)
    controllerei su quale condotto è stata eventualmente bloccata la valvola;
    anche qui lavoro non impossibile per un hobbista aprire nelle sue parti e revisionare
    il cassonetto apsirazione ma non facilissimo, valuta se agire insieme ad un meccanico..

    Considera che il meccanismo di apirazione dell'aria calda dai collettori è stato aggiunto
    credo per normative antinquinamento (migliorare il rendimento durante la fase di riscaldamento
    del motore o nell'uso in climi nord-europei molto sottozero, perchè si deve evitare che la
    benzina condensi in parte sulle pareti nel tratto dei carburatori e appena sotto a causa
    delle pareti troppo fredde in caso di climi molto freddi/e/o fase avviamento dando
    scarburazione o consumi elevati ) ma qui da noi è praticamente inutile, anche dannoso
    quando si blocca la famosa valvola nella posizione verso i colettori, per cui ci sta che
    il tubo piccolo resti scollegato dai collettori, avrai solo un filo quasi impercettibile
    di rumore in più..

    Per il GPL, se trovi una configurazione dell'aspirazione in cui hai una buona curva di potenza
    in entrambi le alimentazioni, a gusti miei puoi anche pensare di lasciare l'impianto;
    - avrai un po' più di usura sulle valvole (lavoro di ripristino facile) ma meno sul blocco motore
    (più difficile da ripristinare, ad es. si fatica/si spende per trovare i pistoni) perchè il funzionamento
    a gpl contamina molto meno l'olio con il nerofumo di combustione (in pratica una polvere abrasiva);
    - potrai fare anche trasferte lunghe risparmiando parecchio e con la coscienza ecologica più leggera,
    se non hai trafilaggi d'olio da usura (fumate azzurre) un motore a gpl di fatto inquina molto poco,
    la combustione del gas non produce le famigerate polveri sottili per cui è meglio di qualunque
    diesel euro 6 e anche di molti benzina moderni
    - difficilmente resterai a piedi, se si guasta una alimentazione vai con l'altra
    - l'usura aggiuntiva ed i rischi sulle valvole sono minimi se tiene il GPL regolato non troppo magro
    (in pratica non va chiuso troppo il rubinetto principale sulla tubazione che porta il gas,
    il motore deve avere una buona risposta a tutti giri, senza zone in cui reagisce
    eccessivamente "nervoso", cioè anche se la regolazione quasi magra gli da un pizzico
    di cattiveria apparente in più nella risposta si rischia però di scaldare di più le sedi valvole)

    Viceversa se ci fai solo giretti domenicali di pochi km ci sta anche di rimuovere l'impianto:
    - recuperi qualche cv (ma tanto su quella scocca ti diverti già anche con i 86/90 cv del 1.3)
    - togli circa 40 kg di peso all'auto (di cui circa 30 dietro, qui le reazioni dell'auto
    migliorano leggermente ma devi proprio stare attento per accorgertene).
    - vano motore più accessibile con qualche tubo in meno.
     
  5. Grazie mille per il papiro :p !! Farò fare quanto prima il test di compressione valvole per capire se c'è qualcosa che non và.

    Per gli scoppiettii ho notato che sono leggermente diminuiti dopo che ho cambiato il filtro dell'aria, rimesso a posto i manicotti di aspirazione (ho acquistato delle "fascette" d'acciaio per fissarli di nuovo) e "giocato un pò" con l'impianto a GPL ; quel che resta credo sia normale, ho fatto controllare anche la tenuta dei collettori e dello scarico sul ponte e sembrava tutto ok.

    Per quanto riguarda l'impianto a GPL, continua a darmi da pensare (credo che sia opportuno fare un passaggio da un impiantista per fargli dare un'occhiata) :
    Interruttore su benzina : tutto ok, l'auto ha potenza e non singhiozza.
    Interruttore al centro : l'auto và anche se un pò strozzata, sopratutto se si accelera con decisione ha qualche incertezza ma continua a camminare.
    Interruttore su GPL : se faccio il passaggio benzina-gpl da fermo l'auto si spegne subito ; se resto 1 minuto o 2 sul centro e poi passo a gpl sempre da fermo, l'auto si spegne subito ; l'unico modo per non farla spegnere nel passaggio a gpl è "lanciare" la macchina e passare a gpl, l'auto cammina moooooolto strozzata per i primi 2 minuti (se mi fermo o decelero troppo si spegne, se tengo il piede giu sull'acceleratore perde potenza e velocità e tossisce parecchio ma resta in moto con un pò di fatica), dopo 3 o 4 minuti sembra tornare tutto alla normalità (anche se l'indicatore del gpl mi segnala sempre il pieno, pur non essendoci). Per fare il passaggio a gpl da fermo l'unica è passare l'interruttore e cominciare a sgasare di brutto con l'acceleratore (ma non mi soddisfa affatto come soluzione), dopo 2 minuti di acceleratore smette di spegnersi al rilascio dello stesso e tossicchia per altri 2 minuti. Idee ?? :mecry::mecry::mecry:

    PS : l'impianto è un OMVL, mai sentito sinceramente..

    Per quanto riguarda il mantenimento dell'impianto GPL , sarei propenso a tenerlo per diverse ragioni, anche come suggerito da te :
    Minore inquinamento
    Maggiore vita del blocco motore (farò fare la regolazione gioco valvole quando faccio il test di compressione)
    Minori costi di carburante
    Possibilità di circolare in città (altrimenti praticamente inibita perennemente)

    Grazie ancora per il papiro che mi ha molto aiutato sopratutto a ripristinare le posizioni dei manicotti :eclipsee_Victoria:
     
  6. #6bobkelso,2 Marzo 2016
    Ultima modifica: 2 Marzo 2016
    Figurati è un piacere.

    Per scrupolo aggiungo, se non lo sai già, che per passare da benzina a GPL
    con questi vecchi impianti bisogna prima fare un po' di strada (meno di 1 km di solito)
    con l'interruttore nella posizione di centro, così fai svuotare le vaschette dei carburatori
    consumendo l'pultima benziana rimasta, sennò se salti questo passaggio
    l'auto per un po' avrebbe 2 carburanti e funzionerebbe male; in pratica si mette
    l'interruttore al centro su un tratto di strada libera in marcia; quando l'auto inizia
    a singhiozzare puoi passare l'interruttore su GPL; questo comportamento è normale.

    Se invece provi a lasciare l'intrerruttore sulla via di mezzo ad oltranza
    mentre vai e l'auto singhiozza ma non arriva a spegnersi e continua a
    marciare per oltre il citato km, allora hai le elettrovalvole sui circuiti
    di alimentazione da far controllare (lavoro per il gasista),
    vuol dire che un minimo di benziana o di gpl sta trafilando
    dalle elettrovalvole in teoria chiuse e probabilmente sono quelle la causa
    anche dell'altro comportamento strano che citavi e di scarburazioni varie.

    Invece il passaggio da GPL a benzina lo si può fare istantaneo,
    senza fare tappa con l'interruttore nella posizione di mezzo,
    anzi se è qualche giorno che non andavi a benzina il circuito di alimentazione
    della benzina potrebbe essersi svuotato in parte e potrebbe volerci
    un po' di tempo a far arrivare la benzina sino ai carburatori (cioè se fai
    il cambio da gpl a benzina da fermo potrebbe servire un bel po' di motorino
    di avviamento, mentre se fai il cambio in marcia, con l'auto in velocità,
    la benzina arriva ai carburatori in pochissimi secondi).

    I fanatici o i tassisti aggiungevano una pompa elettrica di emergenza
    con interruttore sul cruscotto per far arrivare prima la benzina in questi
    casi e fare il cambio di alimentazione senza tentennamenti
    (leggasi: "figuracce" perche l'auto si può spegnere e sembra faccia fatica a ripartire
    finche non arriva la benzina, gran brutta cosa per un guidatore italico di 30 anni fa :)
    ma anche per risparmiare da affaticamento il motorino di avviamento.

    Sembra complicato ma ci si abituava subito a queste procedure,
    facendo i cambi possibilmente prima di fermare e parcheggiare l'auto,
    niente di esagerato, l'unica fregatura da evitare era partire in inverno sottozero
    a motore freddo con ilò gpl quando ci si era dimenticati di ripassare a benzina
    prima di fermare l'auto, perchè a gas sottozero con alcuni impianti può
    far fatica a partire e un po' con tutti magari parte ma poi se non guidi
    per un paio di minuti con piede leggero può spegnersi dopo poco
    perchè si congela il "polmone" (l'espansione del gas lo raffredda),
    e passare a benziana da fermi appunto richiede un po' di girare di
    motorino di avviamento per far ritornare la benzina nei carburatori..

    Quando l'auto sarà a posto comunque, sottozero a parte, nessuno ti impedisce
    di usarla sempre a gas senza tante complicazioni, magari ogni tanto la fai
    andare un po' a benzina giusto per tenere in ordine il circuito di alimentazione
    (qualcuno dice che i tubi benzina screpolerebbero meno se bagnati ogni tanto
    con la benzina appunto, però non saprei se è leggenda) o far dare una "sgambata"
    al motore..
     
  7. Proverò a lasciare ad oltranza (per una volta ovviamente) l'interruttore al centro per vedere se arriva a spegnersi allora ! Così dovrei risolvere già un primo interrogativo (eventuali problemi alle elettrovalvole).
    Per quanto riguarda il passaggio a GPL il km l'ho fatto ma.. niente da fare temo, riproverò con più calma e strada più libera (mi si è spenta perchè c'era uno stupido semaforo rosso e non potevo fare a meno di fermarmi :p), chissà.
    Per la messa in moto, non sono mai riuscito a farla partire a GPL, il motorino gira ma... neanche l'ombra dell'accensione :p! Teoricamente dovrebbe mettersi in moto anche se con un pò più di fatica no ? Magari dò una controllata anche alle candele!
    Ps. un paio di sgambate gliele farò fare sempre a benzina! (anche perchè se davvero mi serve un pò di strada libera avanti per passare a gpl devo farmi 3 o 4 km di città prima di trovarla :p ! )
    Bè intanto, come sempre, grazie di tutto :hail: !!! Provvederò al più presto a fare tutta un altra serie di test e prove, ce la stò mettendo tutta :p !

    Ps. temo sia un OT ma.. raduni di alfa storiche non se ne fanno XD ?
     
  8. ..ehehe..si magari cavi con screpolature nonvisibili che disperdono (c'è da fare la
    solita prova di notte e a buio molto molto pesto, lontano da lampioni o luce luna,
    con cofano aperto, motore in folle e a voler esagerare pioggerella o spuzzino vaporizzarore d'acqua,
    se vedi scintille colorate lungo i cavi candele sono da cambiare), candele, calotta e spazzola spinterogeno,
    bobina che dopo 30 anni potrebbe essere un po' stanca, elettrovalvole, insomma, auto appena presa,
    c'è da fare il check di tante cose..

    ..è vero che a gpl è difficile avviare il motore e poi comunque girerà ruvido se ci sono
    anche lievi degradi nei componenti dell'impianti elettrico, in questo senso il gpl ti fa un controllo
    impietoso dell'impianto elettrico, mentre a benzina l'auto va ancora discretamente
    anche se l'impianto elettrico non è al meglio, ma vedrai che quando l'auto
    sarà a posto non solo parte a gpl meglio che a benzina (con i carburatori a benzina
    spesso si ha qualche secondo di incertezza per l'avviamento, a gas invece
    l'avviamento è praticamente istantaneo) ma anche i cambi di alimentazione
    impari a farli anche su strade trafficate facendo sussultare il motore giusto un attimo,
    senza bisogno del mega-rettilineo australiano..nel frattempo che ci prendi la mano
    comunque vale anche fermarsi a bordo strada e usare il motorino d'avviamento,
    se fatto parecchio spesso metti in conto che lo revisionerai un po' prima del normale :)

    Per i raduni casomai dai un'occhiata nelle aree dedicate del forum, non ne faccio
    ma sento di persone che ci partecipano, si si fanno ancora, forse qualcuno meno di prima.
     
  9. Aggiornamento : credo di aver trovato uno dei problemi e spero risolto ! Praticamente una delle elettrovalvole della benzina non chiudeva bene, quindi il motore si "ingolfava" per miscela troppo ricca ed ovviamente la mancanza delle condizioni ottimali di detonazione in camera di combustione causava una serie di problemi. Sbloccata l'elettrovalvola passo tra gpl e benzina che è un piacere e la messa in moto a gas và alla grande, forse meglio della benzina !!
    Ma..... adesso ho scoperto anche un altro problema... col clima un pò più freddo ed avendo portato l'auto a spasso mi sono accorto che il motore, ammenochè non mi fermo nel traffico o resto fermo sul ciglio della strada, non raggiunge mai la temperatura di 80 gradi, anzi, addirittura resta inchiodato sui 40/50 !!
    :table-fuu:
    A questo punto credo di dover controllare valvola termostatica o termostato... domani cerco di provvedere.. uff !!
     
  10. #10bobkelso,15 Marzo 2016
    Ultima modifica: 15 Marzo 2016
    Son contento che hai trovato l'inghippo con il gpl /benzina,
    ora puoi goderti un po' la doppia alimentazione..

    ..per la temperatura si ci hai preso, vai di termovalvola..qui sul forum è un tormentone:)
    ..considera che ogni 3-4 anni (anche ogni soli 2 anni se si trova un ricambio così così')
    è normale che si "scarichi" la cartuccia interna della termovalvola (c'è una gelatina
    o un gas che solo a caldo si dilata e controbilancia l'azione di una molla, con il tempo
    la gelatina si perde e rimane solo la molla e la valvola rimane sempre aperta),
    è materiale "di consumo", non si può recuperarla, la si cambia..

    ..per la precisione nel caso di alfa 33 prima serie il blocco in alluminio
    che contiene la valvola è apribile e si cambia solo il dischetto interno
    con la valvola e la cartuccia, per cui intervento anche economico,
    mentre sulle serie successive si cambia tutto il blocco..fatti dare
    il suo dischetto esatto (ha una temperatura di lavoro impostata per quel motore)..
    ..è occasione per dare un'occchiata ai vari tubi dell'acqua che corrono sopra
    blocco motore, che non ce ne siamno di screpolati o vistosamente gonfi..
    ..buona sistemazione..

    Ps.: fatta la termovalvola, poi perdi qualche minuto a "giocare" con il vitone
    che regola il rubinetto principale del GPL (quello appena a valle dei tubi che
    arrivano alle piastre dei carburatori) della mandata del gas: fai un segno con
    il pennarello sulla manopola per sapere il settaggio attuale e provi su strada
    dei settaggi un po' più chiusi e un po' più aperti, vedi se l'auto va meglio o peggio,
    bastano pochi, 10 gradi di rotazione alla volta, quando trovi un buon settaggio
    senza buchi in ripresa a tutti regimi e senza cali da ingolfamento, poi apri
    il rubinetto un filo di più, per star tranquillo che non giro magro, così puoi
    macinare paccate di km in tranquillità senza particolare preoccupazioni
    per le sedi valvole....considera che con un impianto "a rubinetto" senza elettronica
    nessun settaggio sarà ottimale come coppia motore massima al 100% a tutti regimi,
    bisogna prendere il miglior compromesso, ma che di solito l'elasticità di guida
    che si trova è comunque molto buona; se non trovi un settaggio migliore dell'attuale
    allora basta che rimetti tutto com'era usando il segno del pennarello..
    che a volte il perfezionismo è nemico dell'uomo :)