Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

Discussione in 'Turbo' iniziata da momo950, 21 Aprile 2008.

  1. #221bobkelso,3 Gennaio 2015
    Ultima modifica: 3 Gennaio 2015
    ..per curiosità..allora se non prevedi di alzare più di tanto le pressioni oltre
    a lavorare i condotti e le mappe intendi alzare (leggermente) il rapporto di compressione?
    ..chiedo perchè non conoscendo questo motore non sò se si può fare senza
    grossi problemi (detonazioni/surriscaldamenti vari), ma sarebbe un po' il ragionamento che
    faceva Andrea sui turbo moderni stradali (li il concetto è estermizzato, con RC da auto normali)
    e sarebbe interessante vedere se è una strada proficua in guidabilità..
    se ho capito bene l' RC di partenza è proprio bassino da turbo di una volta,
    dove poi ci si giocava tutto sull'entrata della sovralimentazione a volontà..
     
  2. forse la cilindrata era quella, però il regime medio era alto, perchè ti faccio un sempio, i prigionieri di banco fino a 200Cv li sopporta solo mappandoci sopra arrivando ai 5.500rpm che se i pistoni sono più resistenti (tipoo forgiati) per sopportare la stessa pressione bastano più leggeri, alzi il regime, bielle a cappello inclinato per non mettere in crisi i suoi progionieri tipo i 10.000rpm, 380 Cv li hai.
    Sicuramente è tappato quindi lavori sulla testata per avere canali più liberi, alberi a camme che ti permettono uno scambio dei fluidi a quei regimi, il turbo sicuramente ha i cuscinetti così risponde subito a pop-off e una wastegate quando arriva ai massimi regimi.
    Canali di lubrificazioni rivisti con dei depressori per eliminare attriti per sbattimento olio con cater secco, IC aria/acqua e un adeguato raffredamento per l'olio, ma a conti fattti si spende.
    Infatti basta leggere il Busso GTA delle DTM che leggendo vedi materiali che ti domandi dove li monti in motori stradali e i materiali alla fine se guardi il centesimo di secondo al cronometro ti orienti su allumionio, titanio, fibre di carbonio, insomma resistenti.

    Oppure si rimane ai soliti regimi ma si decomprime tipo un R/C 6:1 e si popa dentro ai 3/4 bar dopo lì le chiocciole d'aspirazioni diventono grandi e sono spesso ibride con una chiocciola piccola negli scarichi, più il solito discorso per il raffredamento, solo che lì devi rinforzare ogni prigioniero, biella, perchè le pressioni in gioco sono enormi e il monoblocco ne sopporta la metà.
     
  3. Allora vai di assi a camme e di eprom mappata,al limite agisci con l'asta dell'attuatore della Wastegate per diminuire la pressione se troppo alta dopo mappatura,il rapporto di compressione non lo modificare,la testata è specifica,ha la camera emisferica dedicata,varrebbe la pena misurare che tutti e 4 i volumi siano identici.
     
  4. Ciao Mauretto, adesso ho capito che non è consigliato, ma solo per imparare qualcosa,
    cosa comporterebbe spianare la testa 3-4 decimi (o montare una guarnizione
    testata più bassa ammesso che si possa non ho presente bene come chiudono
    le camicie dei pistoni sulla testa), un ritocco leggero all RC insomma, su questo motore?
     
  5. sulla mia 75 turbo ho fatto : mappatura centralina di accensione , regolazione attuatore wastegate , regolatore benzina manuale e filtro a pannello K&N . ora giro a circa 1,4 bar di pressione turbo con potenza di circa 200 cv . gia cosi , senza cambiare nulla a livello meccanico dentro il motore , la spinta è notevole cosi come la botta sulla schiena :D:D
    . un mio amico invece gira con pressioni più basse ( 1,1 bar ) però ha sostituito l'albero a camme d'aspirazione con un colombo bariani e ha raggiunto i 220 cv su banco prova .
     
  6. Poca roba,rimani nelle specifiche dimensionali e invece di un RdC di 7,5/1 si arriverebbe a di un RdC di 7,6/1,con mappa di serie non cambia molto,in Alfa hanno mantenuto caro lo schema delle camere emisferiche e dei pistoni a cupola.con una testata a volume ridotto si sarebbero potuti sfruttare i benefici dei pistoni piatti o addirittura concavi,come hanno fatto sul Lampredi 8V turbo,hanno mantenuto il disegno delle testate aspirate e hanno rimpicciolito le camere di scoppio con apporto di materiale e hanno sfruttato i pistoni piatti con svasamento del cielo del pistone,inizialmente pur essendo un 2,0 L si erano assestati attorno ai 155 cv con RdC di 8/1
     
  7. anche io avevo fatto spianare la testata a suo tempo ma dal punto di vista pratico nessun miglioramento sensibile su strada . secondo me se si vuole aumentare la potenza senza stravolgere il motore bisogna agire su centralina e/o alberi a camme ..
     
  8. allora io farei cosi

    rapporto di compressione 8 a 1 per avere piu elasticità e minor consumi

    senza toccare niente ma con 1,2 bar arrivi a 200 / 205 cv

    tieni presente che cambiando camme, se vuoi 200 cv, la pressione deve essere un fllino meno di 1,2 bar, in quanto l aria avra meno ostacoli e la stessa quantita d aria l avrai con meno pressione

    - - - - - -Inserimento doppio messaggio - - - -- -

    alfista, con 1,4 bar dovresti avere piu di 200 cv
     
  9. Scusate un altra domanda poi stacco, sempre per amor di discussione,
    capito da quanto dite e dagli esempi riportati che 8:1 è probabilmente
    un limite da non superare, specie con quel tipo di camere di scoppio,

    ..ci si arriverebbe senza cambiare pistoni? cioè, a quanto si può
    arrivare di RC solo abbassando il piano della testata senza stavolgerla
    o contatti tra valvole pistoni (+ eventuale guarnizione più bassa)?

    ..oppure ci sono pistoni di serie compatibili di altre alfa d'epoca
    che già darebbero un ritocco leggero all'RC?

    (..l'unica ipotesi che scarto è l'uso di pistoni nuovi aftermarket, sarebbe
    un altro tipo di lavoro, meno conservativo dello spirito del motore )
     
  10. #230albco84,3 Gennaio 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Gennaio 2015
    Non ho toccato il discorso rc perché non ho intenzione ne di abbassare la testa, ne di cambiare i pistoni, per mantenere i costi e poi penso che per i cv che voglio sono più che sufficienti.
    Certo i vantaggi ci sono...


    andrea-cesenat: per il discorso della centralina si continua quì
    Sostituire la centralina sulla 75 Turbo dopo un'elaborazione
     
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
Volano motore Alfa 75 turbo Turbo 18 Aprile 2015
Supporti motore 75 Turbo Turbo 27 Novembre 2010
Trapianto motore 75 Turbo su Alfa 75 IE - Problemi iniezione elettronica Turbo 20 Gennaio 2010